Era lecito aspettarsi Thomas Tuchel in semifinale di Champions League, molto meno in una panchina che non fosse quella del Paris Saint-Germain.