Con fatica il Napoli batte un Crotone mai domo, che è riuscito a rientrare in partita grazie a Simy, 15 gol per lui, e Messias. Errori difensivi ed una buona dose di sfortuna hanno contribuito alla sconfitta odierna ma gli squali escono a testa alta dal Diego Armando Maradona. Una partita dai due volti con il Napoli che, nel primo tempo, riesce con facilità ad arrivare in porta. La prima rete porta la firma di Insigne che, complice una deviazione  di Djidji, al 19′ infila un’incolpevole Cordaz. Il Raddoppio l realizza Osimhen che insacca su assist di insigne. Il Crotone reagisce ed accorcia due minuti dopo con Simy che, servito in area da Benali, con un diagonale trafigge Meret. Il terzo gol del Napoli arriva grazie a  Mertens. Il belga pennella una punizione dal limite con la palla che centra il 7 alla destra di Cordaz. Cosmi non è soddisfatto della sua squadra ed al rientro dagli spogliatoi effettua due cambi, fuori Rispoli ed Ounas dentro Pereira e Vulic, con Messias libero di spaziare dietro Simy. Nella ripresa i partenopei credono di avere  la partita in mano ma il Crotone parte bene ed al 49′ Simy accorcia le distanze. Il Napoli si riorganizza ed Insigne al 57′ prova a beffare da centrocampo Cordaz che, al limte dell’area di rigore, vede partire il tiro del fantasista campano, la palla scavalca il capitano rossoblù e, per sua fortuna, anche la traversa. Il Napoli sembra aver ripreso il controllo dal match ma al 59′ Maksimovic, pressato da Messias, perde palla al limite della sua area, il brasiliano entra in area e con un diagonale batte Meret. Il pareggio premia l’atteggiamento del Crotone, Gattuso corre ai ripari ed inserisce Lozano per Politano. Il Messicano ridà smalto all’offensiva partenopea. Al 70′ è Osimhen che sfiora la rete e, un minuto dopo, Lozano di testa impegna Cordaz. Il Vantaggio del Napoli arriva al 71′ con Di Lorenzo che con un rasoterra in diagonale infila la palla alla destra di Cordaz. Il Crotone reagisce con Messias che al 71′, da buona posizione, di testa manda la palla sopra la traversa. Nel finale di partita ancora pericoloso il Napoli con Lozano ed Insigne. Finisce 4-3 per i padroni di casa, il Crotone esce con i complimenti degli avversari. Il Crotone visto oggi ha dimostrato di poter stare in questa categoria. Cosmi nel post partita ha affermato che il Crotone non pratica la “costruzione dal basso” ma la “distruzione dal basso” visto che i gol sono arrivati su tre palle perse nelle ripartenze. Di positivo c’è che il  tecnico umbro è riuscito, in queste due settimane, a dare alla squadra la carica per uscire a testa alta dal campionato, tenendo ben presente che nelle prossime 9 partite può succedere di tutto.