martedì, Novembre 29, 2022
HomeForzacrotone NewsLa cura Cosmi funziona, gli squali battono il Torino e ritornano a...

La cura Cosmi funziona, gli squali battono il Torino e ritornano a respirare

Al termine del campionato scopriremo l’importanza di questa vittoria, ottenuta contro una squadra che, nonostante il periodo negativo, ha sicuramente un’organico tecnicamente superiore al Crotone. Cosmi e la dirigenza avevano detto chiaramente di voler vedere in campo prima degli uomini e poi dei calciatori. Anche i tifosi avevano incitato i propri beniamini, autobus rossoblù fermo prima dell’arrivo allo stadio, cori, fumogeni e striscioni per ricordare di onorare la maglia. La risposta è arrivata, abbiamo visto uno spirito nuovo animare la squadra, una maggior concentrazione e la giusta motivazione, ingredienti che hanno sicuramente contribuito a raggiungere la vittoria finale. Prima del match festeggiato, per la presenza n° 100 in serie A, Alex Cordaz. Il Crotone parte bene ed al 23′ Messias di sinistro impegna Sirigu in angolo. Tre minuti dopo Ansaldi tocca in area con il braccio, rigore netto che Simy trasforma realizzando la rete n° 9 in campionato ma, soprattutto, la rete n° 56 in rossoblù, diventando il miglior realizzatore di tutti i tempi del Crotone. Gli squali al 35′ sprecano un’ottimo occasione con Ounas che, in contropiede fa tutto da solo e calcia alto sulla traversa. Pericoloso il Toro al 36′ con Ansaldi che impegna Cordaz in angolo ed al 42′ con Lyanco che, sugli sviluppi di un angolo, tutto solo stacca in area e di testa manda sopra la traversa. Il pareggio dei granata arriva al 45′ con un’azione viziata da un fallo su Pereira non fischiato dall’arbitro, l’azione prosegue ed Ansaldi mette in area un pallone che Mandragora devia in rete. Proteste rossoblù che sfociano in un giallo per Cordaz. Si va al riposo sul risultato di 1-1. La ripresa riparte con il Toro pericoloso al 53′ con Bonazzoli che, da fuori area, colpisce la traversa. Un minuto dopo arriva il raddoppio rossoblù. Petriccione da fuori area colpisce il palo, palla che rientra in campo sui piedi di Messias, il tiro del brasiliano viene respinto da Sirigu con il pallone che finisce sui piedi di Simy che, da pochi metri, non sbaglia. Rete n° 10 in campionato per il nigeriano che si è riconquistato il post di titolare. Al 64′ su angolo Magallan colpisce il palo. Il Crotone è in controllo, Nicola mette forse fresche in campo, fuori Zaza e Vojvoda e dentro Sinabra e Verdi. Anche Cosmi effettua un cambio, fuori Simy e dentro Di Carmine. Al 40′ arriva il terzo gol rossoblu, grazie ad un missile terra-aria che parte dai piedi di Reca , il polacco festeggia con salto carpiato. Il gol sembra risvegliare i granata che all’84’ accorciano con uno tiro da fuori di Sanabria. 2 minuti dopo da fuori area ci prova Gojak, Cordaz vola e devia sulla traversa. Nei 5 minuti di recupero gli squali riescono a tenere la palla distante dalla porta di Cordaz. Aumenta il nervosismo nei granata, al 93′ Rincon viene espulso per fallo su Ounas, il francese si prende la palla, se ne va sulla linea di fondo, rientra in area si accentra e, di sinistro, realizza un gol fantastico. La quarta rete chiude il match. Peccato che lo Scida fosse vuoto, avremmo sicuramente visto una curva impazzire di gioia per il ritorno alla vittoria. 3 punti che sono ossigeno puro, 3 punti che ridanno speranza al gruppo, 3 punti che permettono di essere più tranquilli, 3 punti per ripartire ed inseguire un sogno chiamato salvezza.

RELATED ARTICLES

Most Popular