Il Cagliari vince dopo 16 giornate, Semplici espugna lo Scida e rilancia i sardi nella lotta salvezza, il Crotone voleva sicuramente festeggiare in altro modo la partita n° 100 in Serie A ed invece si lecca le ferite, consapevole comunque di aver disputato una buona gara. Stroppa schiera ancora la difesa a tre, Golemic centrale con Magallan e Luperto a fare da scudieri, a centrocampo sono in 4, Rispoli e Pereira esterni, Molina e Vulic centrali. In attacco Ounas e Messias ad inventare per Di Carmine, terminale offensivo di questo 3-4-2-1. La partenza del Crotone fa ben sperare, al 2′ Di Carmine non riesce a deviare in rete un diagonale di Rispoli, innescato sulla destra da Ounas. Ancora pericoloso il Crotone al 5′. Messias, servito in area da un lancio di Golemic, calcia alto sopra la traversa. Il Crotone è padrone del campo ma al 20′ arriva la prima tegola per Stroppa, Vulic si infortuna ed è costretto ad uscire, rilevato da Zanellato. Gli squali dettano i tempi, tanto possesso palla ma poco costrutto. Al 40′ si infortuna Molina, costretto ad uscire in barella, al suo posto entra Eduardo. Il primo tempo finisce 0-0 ma il Crotone avrebbe meritato il vantaggio. In avvio di ripresa gli squali sono costantemente nelle metà campo avversaria e costruiscono diverse azioni pericolose ma e il Cagliari ad andare in vantaggio al 56′ con Pavoletti che, servito sul secondo palo da Lykogiannis, di testa beffa Cordaz, saltando tra Luperto e Pereira. La rete cambia gli equilibri, il Crotone non ha neanche il tempo per reagire perché al 59′ arriva il raddoppio dei sardi. Nandez entrato in area dalla destra calcia in porta, corta respinta di Cordaz, sul pallone si lanciano Magallan e Pavoletti, l’attaccante finisce a terra, per Fabbri è rigore. Dal dischetto Joao Pedro non sbaglia. In tre minuti cambia totalmente il match, il Cagliari si chiude e si affida alle ripartenze, per il Crotone non ci sono spazi, Stroppa inserisce Simy per Di Carmine e Reca per Rispoli, sperando di sfondare sulle fasce, Semplici risponde con Deiola al posto di Duncan. Il Crotone cerca di rientrare in partita ed al 67′ Ounas colpisce il palo. I sardi al 75′ rimangono in 10 per l’espulsione de Lykogiannis, doppio giallo per il greco. In inferiorità numerica il Cagliari si chiude a riccio, il Crotone non riesce ad impensierire gli ospiti. L’ultimo sussulto arriva al 90′ con Pereira che, su punizione dal limite, colpisce la traversa. Dopo tre minuti di recupero il Cagliari festeggia la vittoria allo Scida, il Crotone incassa la sesta sconfitta consecutiva, arriva a quota 57 gol subiti e rimane a 12 punti. Mercoledì si gioca contro l’Atalanta e domenica allo Scida arriva il Torino. Serve una scossa all’ambiente, anche se è tardi, la dirigenza deve prendere una decisione.Se si deve scendere in serie B che almeno lo si faccia combattendo e non con rassegnazione.