Il tecnico degli squali, al termine dell’allenamento di rifinitura ha risposto alle domande della stampa:

D) Si torna subito in campo ma contro la terza forza del campionato, la Roma

 – Affrontiamo una delle squadre anche più in forma del campionato e quindi partita di assoluto livello e cercheremo di affrontarla al meglio come sempre.

D) Il gioco di Fonseca cerca di proporre diagonali ed utilizzo di spazi che possano permettere controffensive già in fase di non possesso. Quanto cambia in questi casi, il modo di preparare una gara al di là dei valori in campo, anche in questo caso, sulla carta proibitivi?

– Sappiamo le qualità della Roma, la capacità che ha di lavorare a tutto campo, sia in possesso che non in possesso poi del resto come tutte le squadre credo che la Roma in più abbia, rispetto ad altre squadre, una caratteristica importante che è quella di portare tanti uomini nelle ripartenze, nel momento in cui  recupera palla, ha qualità importanti individuali, ha dominio del campo, è una squadra che sa giocare sia in contropiede che in palleggio, la squadra è davvero completa quindi bisogna fare i complimenti a Fonseca per questa identità che ha dato, anche questo cambio di tendenza rispetto a quando è arrivato la stagione scorsa, ha un’ottima identità è una squadra temibile e la posizione in classifica lo dimostra.

D) Pensi di cambiare qualcosa rispetto alla partita di Milano?

 – Beh qualcosa si, mettiamo dentro magari qualcuno che è un pochino più fresco, a oggi ci sono molti ragazzi che sono stanchi,  si è speso tanto con l’Inter domenica, dopo due partite fare una partita ancora così importante e credo anche fisica sotto l’aspetto della corsa e del discorso agonistico è sicuramente una considerazione che devo fare.

D) In che condizioni è Didji? Pensi che potrebbe trovare più spazio nel prosieguo del campionato?

 – Al ragazzo ho parlato, a me dispiace soltanto che è arrivato in ritardo con comunque problemi fisici, di condizione atletica, purtroppo non si era allenato quindi ha dovuto ricominciare da zero e oltretutto in una situazione nuova, sto cercando di metterlo dentro in spezzoni di partita per chiaramente dargli minuti nelle gambe è una risorsa assoluta e lo considero tale ma bisogna avere in questo momento ancora un po di pazienza.

D) Il risultato di San Siro quanto potrebbe incidere sul morale dei tuoi giocatori nella prossima partita?

 – Al di là di incidere se ne deve fare tesoro perché sappiamo come abbiamo preso il gol, con una facilità disarmante, con una leggerezza disarmante e bisogna avere soltanto un pochino più di, diciamo atteggiamento difensivo in testa, non abbiamo sbagliato l’atteggiamento in campo, la squadra è stata eccezionale sia nel palleggio che nella fase difensiva, sicuramente abbiamo lavorato forse in maniera sbagliata in modo individuale, probabilmente dovevamo lavorare molto di più in reparto e in collettivo, chiaramente condizionati dagli attaccanti dell’Inter che ci hanno un po’ fatto perdere la concentrazione nel lavoro appunto della fase difensiva.

D) Crotone in forte ritardo con la classifica, contro la Roma il risultato positivo indipendentemente dalla prestazione della tua squadra?

 – E’ come parlavo dell’Inter in preparazione della partita, poi la squadra ha dimostrato sul campo di meritare molto, sicuramente il primo tempo poteva finire maniera sicuramente diversa, abbiamo visto che se non siamo attenti e concentrati quello che è successo nel secondo tempo, la stessa cosa la dobbiamo fare con la Roma, è una partita proibitiva sulla carta ma fortunatamente c’è il campo, c’è un pallone, c’è la possibilità di giocarcela, sappiamo che siamo gli ultimi ma allo stesso modo sappiamo che a distanza di una vittoria possiamo veramente saltare qualche posizione in classifica quindi, mai come in questo momento, abbiamo delle opportunità da sfruttare.

D) Ci saranno novità a centrocampo?

 – Mah vediamo, è come dicevo prima, sicuramente qualche considerazione in merito all’undici titolare lo farò, anche perché poi ci aspetta una partita anche domenica, una partita impegnativa sotto l’aspetto della corsa e del dispendio fisico e quindi vediamo in queste prossime due partite di gestire un po’ le forze.