lunedì, Ottobre 3, 2022
HomeForzacrotone NewsVigilia di Crotone - Napoli, Stroppa vuole attenzione e determinazione

Vigilia di Crotone – Napoli, Stroppa vuole attenzione e determinazione

Consueta intervista con Giovanni Stroppa alla vigilia della partita:

Mister il Napoli è sicuramente un altro scoglio per il Crotone, la sua squadra però ha spesso dimostrato carattere nonostante i risultati. Quale errore non dovrà assolutamente fare il suo Crotone per portare a casa punti?

  • Innanzitutto l’attenzione nel fare le cose, la squadra ha dimostrato che quando mette attenzione, mette determinazione nel fare le cose sicuramente può tener testa a tutti. E’ uno scoglio importante quello di domani, bisogna assolutamente superarlo quindi mi riferisco a fare risultato. Per quanto riguarda l’atteggiamento devo dire che la squadra ha sempre espresso delle ottime prestazioni, metterei da parte il secondo tempo di Bologna che sicuramente non è stato all’altezza della squadra

Considerando alcuni recuperi si prevede una formazione diversa domani?

  • Magari dall’inizio non lo so devo dire la verità, sono contento di averli quasi tutti a disposizione, abbiamo recuperato praticamente tutti adesso aspettiamo una partita per poi inserire Rispoli poi per il resto ci sono tutti tranne Cigarini che ne avrà per più tempo, per il resto sono tutte a disposizione.

Insigne e Mertens sono ovviamente attaccanti di spessore. Se saranno in campo ha previsto un’accurata sorveglianza?

  • Devo dire che, come la giri la giri, ci sono giocatori importanti in tutti i ruoli, sicuramente gli attaccanti sono giocatori di livello internazionale importante, non è soltanto individualmente che sono bravi ma ammiro molto Gattuso, gli ha dato un’identità di gioco veramente importante, forse è una delle squadre se non la squadra che gioca meglio nel campionato e quindi fa esprimere tutti al massimo.

Il Napoli è una corazzata e sulla carta il risultato sembra scontato ma il suo Crotone ha dato del filo da torcere a squadre come la Juventus. Cosa servirà per cercare di ottenere un risultato straordinario e che potrebbe rappresentare la rinascita del Crotone?

  • Io penso che sia banale dire non commettere errori e avere un’attenzione maniacale in tutte le cose però di fronte abbiamo giocatori che possono davvero risolvere una situazione con una qualità veramente importante.

Il Napoli, sul campo, fuori casa ha sempre vinto. Un valido motivo per schierare una formazione più coperta in difesa?

  • Non so che cosa voglia dire essere più coperti in difesa anche se poi, per esempio,il gol che abbiamo preso a Bologna ci vedeva tutti schierati dietro la palla quindi eravamo coperti ma nonostante questo non è stato possibile evitarlo. Noi  cercheremo di fare la partita come sappiamo, come abbia sempre fatto, cercando di lavorare se necessita uomo contro uomo altrimenti di reparto, ripeto, l’attenzione e la determinazione a fare le cose fanno la differenza, anche se di fronte abbiamo una squadra così importante.
  1. Arrivati alla decima giornata con 2 soli punti, che bilancio si sente di tracciare e soprattutto lei si sente in discussione?
  • Per quanto riguarda i risultati sicuramente negativo il bilancio, sarei non obiettivo nel non metterlo in discussione questo o nel metterlo in  discussione, io penso che la squadra abbia espresso delle prestazioni importanti, abbia dimostrato di stare in questo campionato, ci vuole altro perché purtroppo certi errori non avremmo dovuto farli però li abbiamo pagati cari, sappiamo il percorso che c’è stato da un precampionato, dall’inizio di stagione fatto in una certa maniera, mi tengo veramente strette le prestazioni e di contro dico soltanto che, visto le prestazioni che abbiamo fatto, sicuramente meritavamo di più. Per quello che mi riguarda è una domanda che dovreste fare alla società, io do il massimo, cerco di dare il massimo, credo in quello che, non solo io ma tutto lo staff e la squadra, stiamo facendo giornalmente, si va avanti a testa bassa e sono sicuro che i risultati arriveranno
  1. Premettendo che lei vede e valuta i calciatori ogni giorno, ma Rojas non è ancora pronto per giocare neanche 10 minuti?
  • Si, si poteva metter dentro anche domenica però è chiaro che se faccio una scelta qualcuno rimane fuori, il ragazzo sta crescendo, si sta integrando, deve conoscere, non voglio assolutamente bruciarlo ma, allo stesso modo, dico che lo considero un ottimo giocatore, è una risorsa non soltanto per il futuro ma anche nell’immediato.

Riviere come sta?

  • Rivière ha fatto un paio di allenamenti blandi sta bene, l’abbiamo praticamente recuperato. Sicuramente non è in condizione però sono contento che finalmente abbiamo quasi tutti a disposizione, ci si allena bene, ci sono tutte le premesse per fare bene.

Cosa pensa del calcio proposto da Gattuso?

  • Io ammiro Gattuso e lo candiderei alla presidenza della regione, visto che è un calabrese. E’ un riferimento come uomo, come professionista e poi ha dimostrato che non è soltanto quello che era da calciatore ma, per le idee per quello che sta esprimendo la squadra per quello che ha fatto al Milan, è eccezionale sotto tutti gli aspetti.
RELATED ARTICLES

Most Popular