Una partita che il Crotone doveva vincere per scrollarsi di dosso il peso di due sconfitte consecutive. Una vittoria arrivata nei minuti finali grazie a Simy che sfrutta uno splendido assist di Mustacchio. Tre punti che permettono agli squali di scavalcare il Pordenone, fermato in casa dal Livorno, piazzandosi al secondo posto insieme al Frosinone corsaro a Venezia. E’ stata un partita complicata che poteva mettersi subito in discesa per i rossoblù dopo 9′, quando il portiere grigiorosso Ravaglia ha respinto un colpo di testa di Simy, negando la gioia del 10° gol al Nigeriano. Il primo tempo si è giocato a bassi ritmi, con la Cremonese arroccata per difendere il pareggio ed il Crotone che ha messo in campo tanta confusione, specialmente in fase conclusiva. Nella ripresa la squadra lombarda ha iniziato con più grinta, grazie anche all’innesto di Parigini al posto di Piccolo, lo stesso Parigini avrebbe meritato il rosso per una gomitata rifilata a Curado, ma l’arbitro Ghersini ha deciso per il giallo. Cremonese pimpante in che al 20′ sfiora il vantaggio con Valzania, ottima deviazione di Cordaz. Stroppa capisce che le caratteristiche di Armenteros non vanno bene per come si è messa la partita ed inserisce Jankovic. Poco dopo s’infortuna Gerbo ed il mister opta per Mazzotta, spostando Molina a destra. Con il passare dei minuti la Cremonese ci crede e Dario Rossi, in panca al posto dello squalificato Rastelli, toglie Arini ed inserisce Deli, centrocampista con doti più offensive. Stroppa sfrutta questo sbilanciamento ed inserisce Mustacchio per Molina, e da questa fascia arrivano i problemi per gli ospiti. Il trequartista scodella diversi cross in area ma sempre prima dalla trequarti. Stroppa lo incita ad andare più avanti, Mustacchio esegue e serve un pallone perfetto per Simy che sbuca alle spalle di una difesa imbambolata. 10° gol del Nigeriano in rete per la prima volta in questo 2020. Una vittoria sofferta anche per i problemi occorsi a Curado, il difensore è stato vittima di crampi ad entrambe le gambe ed ha stretto i denti fino al triplice fischio. Vittoria meritata per i ragazzi di Stroppa, ottima la prova del pacchetto difensivo con uno splendido Cuomo, non più promessa ma ormai realtà del vivaio rossoblù. Il Crotone dovrà difendere questa seconda posizione in ogni modo a partire da sabato prossimo nella gara in programma al Menti di Castellammare di Stabia, contro una squadra reduce da un pareggio incredibile ad Ascoli, grazie al gol del portiere Provedel al 5′ di recupero.

CROTONE: Cordaz; Curado, Marrone, Cuomo; Gerbo (69’ Mazzotta), Benali, Barberis, Crociata, Molina (78’ Mustacchio); Simy, Armenteros (68’ Jankovic). A disp: Festa, Figliuzzi, Bellodi, Spolli, Golemic, Gomelt, Rutten, Zak, Maxi Lopez. All. Stroppa
CREMONESE: Ravaglia; Zortea, Bianchetti, Ravanelli, Migliore; Arini (86’ Deli), Castagnetti, Valzania; Piccolo (46’ Parigini), Ciofani, Palombi (73’ Gaetano). A disp: De Bono, Volpe, Bignami, Crescenzi, Claiton, Boultam, Gustafson, Celar, Ceravolo. All. Rossi (Rastelli squalificato)

Arbitro: Ghersini di Genova
Rete: 87’ Simy
Ammoniti: Armenteros (Cro), Parigini (Cre), Deli (Cre)