Il Crotone vince dominando totalmente la squadra di casa, possiamo dire che gli squali hanno preso a pallonate i delfini. Il Pescara ha potuto fare ben poco contro un Crotone perfetto trascinato da Benali e soprattutto da Messias, ma tutta la squadra ha giocato in maniera perfetta. Benali che ha fatto valere la legge dell’ex  con una splendida doppietta, Messias ha fatto strabuzzare gli occhi ai tifosi rossoblù ma non a Beppe Ursino che anche questa volta ci ha visto bene, bloccando a gennaio il brasiliano che giocava in serie C al Gozzano con allenatore  Antonio Soda. La partita è stata a senso unico, il Crotone ha dettato i tempi, ha avuto una superiorità sul Pescara a tratti imbarazzante, per i tifosi di casa, ed ha meritatamente trovato il vantaggio al 17’ con Benali. Il primo tempo finisce senza altre reti dei rossoblù grazie a Fiorillo, il portiere abruzzese infatti ha salvato la sua porta altre tre volte. Nella ripresa all’11’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Barberis arriva il raddoppio firmato di testa da Benali. La terza rete arriva all’86’ da una ripartenza perfetta di Messias che si libera con eleganza del giovane difensore  Zappa  e lancia un pallone col metronomo per Crociata, l’ex rossonero insacca al suo secondo tentativo, dopo che Fiorillo aveva respinto il suo primo tiro. La partita finisce con il pubblico di Pescara che fischia i suoi e gli stoici tifosi rossoblù impazziti di gioia, ancora increduli per lo spettacolo visto in terra d’Abruzzo. Il Crotone è paragonabile ad un’orchestra che segue pedissequamente il suo direttore, Stroppa con la Juve Stabia aveva  messo in scena la data zero di una tournee che si preannuncia un successo, con degli interpreti che faranno impazzire i fans e gli amanti del bel calcio nelle prossime  32 tappe.

Buon divertimento a tutti.