© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

ROMA: DE ROSSI SALUTA, POSSIBILE FUTURO IN MLS. GASPERINI IN POLE PER LA PANCHINA GIALLOROSSA, TONALI NOME CALDO PER IL MERCATO. JUVENTUS: ATTESA PER L’INCONTRO AGNELLI-ALLEGRI, PRONTO DESCHAMPS IN CASO DI DIVORZIO. INTER: CONTE PERCEPIRA’ 8-9 MLN DI EURO A STAGIONE. SCELTO LO STAFF. LUKAKU O DZEKO PER IL DOPO ICARDI. NAPOLI: DE LAURENTIIS AMMETTE CHE INSIGNE HA CHIESTO LA CESSIONE. MILAN: PER IL FUTURO SI GUARDERA’ AGLI UNDER 25. ATALANTA: IDEA MURIEL SE NON SARA’ RISCATTATO DALLA FIORENTINA –

Roma
La fine di un’era, l’addio di Daniele De Rossi alla Roma. Il capitano giallorosso giocherà contro il Parma la sua ultima partita, lo ha annunciato proprio il club giallorosso sul proprio account Twitter. Non si parla di ritiro tuttavia, ma solo di ultima gara con la Roma, il che fa pensare ad un futuro altrove per il capitano giallorosso, a due anni dall’altrettanto pesante addio di Francesco Totti. Il CEO Guido Fienga ha aperto la conferenza stampa dell’addio ai giallorossi di De Rossi spiegando i primi perché della separazione. “Ci siamo incontrati ieri con Daniele e gli abbiamo comunicato la decisione di non rinnovare il suo contratto per l’anno prossimo. Abbiamo parlato a lungo e ho espresso a Daniele la volontà di averlo in organico con noi per continuare la sua carriera nella Roma con il percorso che deciderà. Per certi versi egoisticamente ho sperato che Daniele voglia accogliere l’idea di starmi accanto, mi avrebbe fatto particolarmente comodo avere un vice come lui nel valutare e prendere le decisioni per cambiare e correggere scelte fatte nel passato per ripartire. Sono convinto che questa cosa avverrà, la proposta è sempre valida. Daniele ha espresso altre idee, che rispettiamo, così come lui ha rispettato le nostre. Devo dire che siamo onorati del confronto aperto e leale che abbiamo fatto”, le sue parole. Intanto De Rossi potrebbe finire oltreoceano e prendere il posto che, un tempo, era di Andrea Pirlo. Il New York City è in pressing per anticipare la concorrenza e trovare un accordo.

Intanto la Roma continua la caccia al tecnico per il futuro e, dopo il rifiuto di Antonio Conte, ha virato decisamente su Gian Piero Gasperini. E il presidente Pallotta, secondo il Corriere dello Sport, starebbe già pensando a costruire una squadra secondo le esigenze dell’attuale tecnico dell’Atalanta, una squadra giovane e competitiva, attenta alle plusvalenze. L’obiettivo è trattenere Zaniolo, ma anche provare a ingaggiare Tonali.

Stephan El Shaarawy e la il club giallorosso sono pronti a continuare il loro percorso insieme. In settimana, riporta il Corriere dello Sport, è previsto un incontro tra il fratello-agente del giocatore e la dirigenza giallorossa per discutere il rinnovo del contratto. C’è ancora un po’ di differenza tra domanda e offerta, ma l’impressione è che alla fine si troverà un accordo per prolungare la permanenza capitolina del Faraone, che sta disputando una delle sue migliori stagioni in carriera.

Juventus
Quella di mercoledì sarà una giornata decisiva in casa Juventus. Il confronto tra Agnelli e Allegri decreterà il futuro dell’allenatore livornese e delineerà – in caso di conferma dell’attuale allenatore – le strategie di mercato del club bianconero. Didier Deschamps è in prima fila per la successione a Massimiliano Allegri, se il tecnico livornese e la Vecchia Signora dovessero decidere di separarsi. Secondo quanto riferito da Tuttosport, il mister francese è al primo posto, con una percentuale del 50% di arrivo in caso di addio ad Allegri. Salgono le quotazioni di Mauricio Pochettino al 30%, come Maurizio Sarri. Intanto c’è il possibile assalto del Manchester City per Joao Cancelo. Come riporta La Gazzetta dello Sport, Pep Guardiola vuole il terzino portoghese della Juventus per la prossima stagione e ha chiesto alla società di forzare la mano nei prossimi giorni. Il City è pronto a un’offerta molto importante: 60 milioni di euro. Una cifra che può anche star bene a Fabio Paratici, che un anno fa pagò Cancelo 40 milioni di euro e adesso, con gli ammortamenti, è a bilancio per 28 milioni.

Inter
L’Inter ha battuto il Chievo a San Siro, avvicinandosi per il secondo anno consecutivo alla qualificazione in Champions League. Merito del lavoro di Luciano Spalletti e del suo staff, che hanno ridato certezze anche alla società nerazzurra dopo anni difficili. Il mister di Certaldo, però, con ogni probabilità non sarà riconfermato alla guida della squadra: al suo posto è già stato scelto da tempo Antonio Conte, il profilo giusto secondo l’ad Beppe Marotta per avvicinare la Juventus in Italia. Il tecnico salentino, si legge sul Corriere dello Sport, percepirà uno stipendio di circa 8-9 milioni, superiore a quello di Allegri. Lo staff sarà composto dal vice Angelo Alessio, da Gianluca Conte (fratello e assistente tecnico), Julio Tous (preparatore atletico e performance analyst), Costantino Coratti (preparatore atletico) e Tiberio Ancora (nutrizionista). E poi c’è Lele Oriali, che ha lavorato con Conte in Nazionale: Marotta lo vorrebbe in un ruolo di raccordo tra società e squadra. Beppe Marotta è già al lavoro per rinforzare la squadra in vista della prossima stagione. Federico Chiesa è l’obiettivo numero uno, ma i nerazzurri devono risolvere soprattutto la grana Icardi. L’argentino avrebbe le idee chiare in caso di addio. In Italia valuterebbe solo una proposta della Juventus, mentre l’Inter sta valutando di cederlo all’estero, magari al Manchester United in uno scambio con Romelu Lukaku, che piace e non poco a Conte. Il costo del cartellino del belga è di circa 50-60 milioni e lo stipendio è molto alto, non inferiore a sette. L’alternativa, affidabile e a buon mercato, si chiama Edin Dzeko: il bosniaco, come riporta il Corriere dello Sport, avrebbe già confidato ad alcuni amici che la sua esperienza capitolina è terminata e che l’Inter è favorita sul PSG.

Napoli
Secondo quanto riportato da Radio Continental, è lontana dalla fumata bianca la trattativa che potrebbe portare il centrocampista Agustin Almendra a vestire la maglia del Napoli. Il Boca Juniors, club proprietario del cartellino, ha chiesto un maggiore sforzo da parte degli azzurri, che dovrebbero alzare la propria offerta fino a 20 milioni di euro. Secondo quanto riportato dal Daily Mirror, il Manchester United sta preparando un’offerta per Kalidou Koulibaly. Gianluca Gaetano è stato il protagonista della domenica in casa Napoli: l’esordio in Serie A è stato purtroppo macchiato da un lutto, la scomparsa della nonna proprio nel giorno della sua partita più importante. Ma si parla anche di futuro: la Juve Stabia, neopromossa in B, si è già esposta al riguardo. Possibile che l’attaccante possa maturare la prima esperienza tra i professionisti con le Vespe, come rivela Il Mattino. Intanto il presidente Aurelio De Laurentiis, nel forum organizzato dal Corriere dello Sport, ha parlato del mercato legato al nome di Lorenzo Insigne: “Mi risulta che abbia un contratto, è un giocatore del Napoli ed è napoletano. Ha sempre dimostrato un grande attaccamento alla maglia, adesso è anche capitano e ha grandi responsabilità. Questa responsabilità gli ha però giocato in passato, e potrebbe giocargli in futuro, una idiosincrasia con i tifosi che è sfociata in delle incomprensioni, io non posso obbligarlo a rimanere. Più volte 4 anni fa mi ha chiesto di andare via, perché non si sentiva amato. Me lo ha chiesto anche prima dell’incontro chiarificatore con Raiola, poi però abbiamo parlato anche di allungare il contratto”.

Milan
Sarà un Milan sempre più giovane. Come riporta La Gazzetta dello Sport, Ivan Gazidis è al lavoro per costruire una rosa con un’età anagrafica più bassa rispetto a quella attuale e ha già in mente diversi profili per la prossima stagione. Per la rosea, tre gli obiettivi per la prossima stagione: per la cabina di regia, dopo i contatti di gennaio, ci sarà un nuovo assalto per Stefano Sensi del Sassuolo. Trattative in corso anche Allan Saint-Maximin del Nizza e per Everton, 23enne del Gremio.

Le altre
Dopo due salvezze consecutive sulla panchina della SPAL per Leonardo Semplici potrebbe essere arrivato il momento di salutare Ferrara. Su di lui ci sono le due società di Genova pronte a convincerlo qualora si dovesse concretizzare l’addio, rispettivamente, con Marco Giampaolo e Cesare Prandelli. In caso di separazione dal tecnico di Firenze la SPAL avrebbe già un primo nome per la successione. Si tratta, secondo quanto riportato da Tuttosport, di Davide Ballardini che avrebbe già avuto un contatto con il ds estense Davide Vagnati.

Secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport, sarebbe tutto pronto per il ritorno di Stefano Capozucca al Genoa. Per l’uomo mercato, in questa stagione al Frosinone, sarebbe la terza volta alla corte di Enrico Preziosi. Potrebbe così maturare l’addio di Giorgio Perinetti sul quale ci sono Hellas Verona e Brescia.

La Fiorentina non è sicura di riscattare Luis Muriel. Il club gigliato, in estate dovrà decidere se sborsare o meno i 15 milioni pattuiti con il Siviglia a gennaio, quando il colombiano arrivò in prestito in Toscana. Così, sull’ex Udinese e Lecce potrebbe piombare un’altra squadra italiana, che potrebbe disputare la prossima Champions League. L’Atalanta, infatti, sarebbe molto interessata all’acquisto dell’attaccante classe 1993. Muriel, secondo Don Balon, potrebbe raccogliere l’eredità del connazionale Duvan Zapata, che ha attirato l’attenzione di diversi grandi club dopo la straordinaria stagione vissuta con la squadra di Gian Piero Gasperini.

ATLETICO MADRID: GRIEZMANN ANNUNCIA L’ADDIO. BARCELLONA: OCCHI ANCHE SU VAN DE BEEK. PARIS SAINT-GERMAIN: NEL MIRINO TRE ESUBERI DEL REAL. ATLETICO-SPORTING: ACCORDO PER GELSON MARTINS E VIETTO. BAYERN MONACO: RAFINHA VIA A FINE STAGIONE. BULGARIA: C’E’ IL NUOVO CT –

Antoine Griezmann lascerà l’Atlético Madrid al termine della stagione. A confermarlo lo stesso giocatore attraverso un video sul sito ufficiale dei colchoneros: “Dopo aver parlato col Cholo e con Geli voglio parlare con voi tifosi che sempre mi avete dato affetto e voglio informarvi che ho preso la decisione di andarmene, di vedere altre cose, provare nuove sfide. È ciò di cui ho bisogno. Vi ringrazio per l’affetto in questi cinque anni nei quali ho vinto i primi trofei importanti. Grazie per questi cinque anni incredibili”.

Dopo l’acquisto di Frankie De Jong e quello, ormai a un passo, di Matthijs De Ligt, il Barcellona potrebbe completare la tripletta con l’acquisto di Donny van de Beek, altra stellina targata Ajax. Secondo Mundo Deportivo i catalani proveranno ad acquistare il centrocampista, con il Real Madrid che potrebbe però entrare in corsa e superare il Barça alla corsa al giocatore semifinalista di Champions.

Secondo quanto riportato da Le Parisien, il PSG avrebbe messo nel mirino un trio di esuberi del Real Madrid. Il club parigino potrebbe essere intenzionato a presentare una maxi offerta per Bale, Isco e Kroos, tutti pronti a lasciare i blancos dopo il ritorno di Zidane.

Secondo quanto afferma il Sun, il centrocampista del Chelsea e della Nazionale inglese Ruben Loftus-Cheek firmerà un nuovo contratto con i blues solo nel caso in cui gli verrà assicurato un posto da titolare. In caso contrario, il calciatore non siglerà il nuovo accordo, costringendo il club a pensare a una sua possibile cessione.

Il Tottenham è molto vicino a concludere l’accordo con il Fulham per l’acquisto dell’esterno 18enne della Nazionale inglese Ryan Sessegnon. L’affare dovrebbe concludersi con il pagamento, da parte degli spurs, di quasi 29 milioni di euro. A riportarlo è il Daily Mail.

Daniel Schwaab, difensore tedesco classe ’88, ha deciso di non prolungare la propria permanenza al PSV al termine della stagione. A renderlo noto è il tecnico degli olandesi Van Bommel, che al sito ufficiale ha dichiarato: “Ha scelto la sua famiglia e noi dobbiamo rispettarlo”.

Dopo Inghilterra, Spagna e Romania nella carriera di Diego Fabbrini potrebbe esserci un’altra avventura lontano dall’Italia. L’attaccante classe ‘90 è in scadenza con il Botosani dove ha collezionato 19 presenze con quattro reti e tre assist e sarebbe finito nel mirino del Neftchi Baku. Il club allenato da Roberto Bordin, e che ha già un altro italiano in rosa come Gianluca Sansone, sarebbe fortemente interessato all’ex Udinese. Il Neftchi però non sarebbe l’unico club azero interessato a Fabbrini visto che, in seconda battuta, ci sarebbe il Qarabag.

Si chiude ufficialmente il caso Gelson Martins. Lo Sporting CP ha infatti comunicato sui propri canali di aver trovato un accordo con l’Atletico Madrid. I colchoneros sborseranno 22,5 milioni di euro per il cartellino dell’esterno d’attacco, attualmente in prestito con diritto di riscatto al Monaco e arrivato in Spagna la scorsa estate dopo la bufera che aveva investito il club portoghese. L’attaccante Luciano Vietto, in prestito sempre dall’Atletico al Fulham quest’anno, si trasferirà invece allo Sporting CP per 7,5 milioni. L’Atletico Madrid, in ogni caso, manterrà il 50% dei diritti futuri del giocatore argentino.

Rafinha lascerà il Bayern Monaco quest’estate. Lo ha annunciato oggi in conferenza stampa lo stesso laterale brasiliano, ex tra le tante del Genoa: “Questi otto anni qui sono stati i migliori della carriera. Al Bayern ho vissuto grandi momenti, con uno speciale Triplete nel 2013. Ma tutte le cose belle hanno una fine”, le sue parole. Il brasiliano, classe ’85, è in scadenza a giugno coi bavaresi e saluterà al pari di Ribery e Robben.

Krasimir Balakov è il nuovo ct della Bulgaria. L’ex centrocampista della Nazionale ha firmato un contratto fino al 2021 e sostituirà in panchina mister Petar Hubchev. Ad annunciarlo sono stati i canali ufficiali della Federcalcio bulgara.

Andreas Samaris ha rinnovato il suo contratto col Benfica. Inizialmente in scadenza il prossimo 30 giugno, il centrocampista greco ex Olympiacos ha firmato l’accordo valido fino al 30 giugno 2023. Il classe ’89, arrivato in Portogallo nell’estate del 2014, in questa stagione ha collezionato 26 presenze complessive con due reti all’attivo.

“Restare all’Arsenal? Al momento la vedo molto difficile, ma vedremo cosa succederà”. Stephan Lichtsteiner, ex laterale di Lazio e Juventus, si è mostrato assai dubbioso sul suo futuro con la maglia dei Gunners, analizzando così la stagione tra Premier e coppe europee: “L’unica cosa che conta adesso è la finale di Europa League. Voglio riportare questo club ai massimi livelli, anche in Champions. È un peccato non esserci riusciti già quest’anno: nel finale abbiamo buttato via punti importanti, pagando anche le tante energie spese per andare in fondo in Europa”. Il classe ’84 vedrà scadere il suo contratto con l’Arsenal il prossimo 30 giugno.