Sono state rese note le decisioni del giudice sportivo, a leggere le decisioni avverso il Crotone sembra che lo staff pitagorico abbia perso la testa, mentre la realtà è stata totalmente diversa ma purtroppo vale il referto arbitrale ed in questo caso, probabilmente, gli arbitri hanno calcato la mano sugli squali per far spostare l’attenzione dal grave errore commesso annullando il gol del pareggio. Ecco le sanzioni avverso il Crotone:

SQUALIFICA PER CINQUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA
GOLEMIC Vladimir (Crotone): per avere, al 47° del secondo tempo, cercando di avvicinarsi ad un Assistente, strattonato con veemenza un calciatore avversario causandone la caduta, e rivolto allo stesso Assistente, con una condotta evidentemente intimidatoria, espressioni gravemente minacciose.

d) MEDICO
SQUALIFICA PER SEI GIORNATE EFFETTIVE DI GARA
IERA Massimo (Crotone): per avere, al 47° del secondo tempo, alzandosi dalla panchina e dirigendosi verso un Assistente, contestato una decisione dello stesso spingendolo più volte e rivolgendogli espressioni ingiuriose; sanzione applicata ai sensi dell’art 19 comma 4bis lettera b) CGS.

e) OPERATORI SANITARI
SQUALIFICA PER CINQUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA
CISTARO Armando (Crotone): per avere, al 47° del secondo tempo, dirigendosi verso un Assistente, contestato una decisione dello stesso spingendolo alle spalle e rivolgendogli
espressioni insultanti; sanzione applicata ai sensi dell’art 19 comma 4bis lettera b) CGS.