Riceviamo, soltanto alle ore 11.43 di oggi, il comunicato dell’ufficio stampa del F.C. Crotone:

Egr.Dr.
Giuseppe Pecoraro
Procuratore Federale FIGC
ROMA

ILLUSTRE PROCURATORE,
NELLA NOSTRA QUALITA’ DI DIFENSORI DELL’F.C. CROTONE, TERZO INTERVENUTO NEL PROCEDIMENTO A CARICO DELL’A.C. CHIEVO VERONA, ESPONIAMO QUANTO SEGUE.
L’ESAME DELL’INCARTO PROCESSUALE CONSENTE DI RILEVARE LA SUSSISTENZA DI CONCRETA POSSIBILITA’ DI DECLARATORIA DI IMPROCEDIBILITA’ DELL’AZIONE PROPOSTA DALLA PROCURA FEDERALE DA LEI DIRETTA IN RAGIONE DELL’ECCEPITA MANCATA AUDIZIONE DEL LEGALE RAPPRESENTANTE DELLA SOCIETA’ DEFERITA.
NELLA MALAUGURATA IPOTESI CHE TALE VIZIO FORMALE CONDUCA ALLA DECLARATORIA DI IMPROCEDIBILITA’, LE CHIEDIAMO – AD EVITARE CHE LA SOCIETA’ F.C. CROTONE ABBIA A SUBIRE ULTERIORI GRAVISSIMI DANNI – DI PROCEDERE CON IMMEDIATEZZA ALLA SPEDIZIONE DELLA CONVOCAZIONE IN FAVORE DEGLI INCOLPATI RICHIEDENTI L’AUDIZIONE E DI INSTAURARE, CON L’URGENZA CHE LA GRAVITA’ DELLA SITUAZIONE IMPONE,UN NUOVO PROCEDIMENTO CHE CONSENTA DI PERVENIRE ALLA DECISIONE GIURISDIZIONALE IN TEMPI COMPATIBILI CON GLI ADEMPIMENTI PROPEDEUTICI AL REGOLARE AVVIO DEL CAMPIONATO DELLA MASSIMA SERIE.
GIOVA SEGNALARE ALLA SUA ATTENZIONE CHE I FATTI GRAVISSIMI POSTI A FONDAMENTO DEL DEFERIMENTO DELLA SOCIETA’ A.C. CHIEVO VERONA, SONO I MEDESIMI GIA’ OGGETTO DI ACCERTAMENTO DA PARTE DEL TRIBUNALE FEDERALE CHE HA DECISO LA POSIZIONE DELLA SOCIETA’ A.C. CESENA.
DISTINTI SALUTI
AVV.GIANCARLO PITTELLI AVV. ELIO MANICA