© foto di Federico Gaetano

5 milioni per 27 minuti giocati, 190 mila euro per giro di lancette in campo. In una Lazio che sta vivendo una stagione da applausi Luis Alberto è l’unica nota stonata. L’esterno d’attacco rischia di essere l’ennesimo spagnolo a fallire nel massimo campionato. Nell’ultimo periodo è stato fermato da problemi fisici, ma anche quando è stato a disposizione Simone Inzaghi gli ha concesso scampoli contro Milan e Bologna. Acquistato per sostituire Candreva, l’iberico è chiuso da un Felipe Anderson tornato come quello di due stagioni fa. A fare il resto il rilancio sull’out opposto di Keita e una squadra che senza impegni internazionali lascia poco spazio al turnover. Al resto, ammette lo stesso giocatore, ha pensato una condizione approssimativa che lo ha portato in ritardo rispetto ai compagni, oltre a un calci o diverso da quello iberico. Le esperienze De la Pena e Mendieta, tanto per restare nel mondo Lazio, insegnano.