© foto di Federico Gaetano

Lo Spezia di Domenico Di Carlo sembra essere ormai uno specialista in Coppa Italia. Dopo la cavalcata della passata stagione infatti il club ligure sembra voler continuare a stupire tutti e nella giornata di ieri aggiunge un altro prestigioso scalpo alla collezione. Dopo Frosinone e Roma lo scorso anno e l’Udinese in questa stagione, gli Aquilotti passano il turno – sedicesimi di finale – della competizione battendo un’altra squadra di Serie A come il Palermo e conquistando così i quarti di finale nel prestigioso San Paolo di Napoli. Il sogno degli uomini di Di Carlo è quello di replicare quanto fatto all’Olimpico un anno fa con la Roma eliminata ai calci di rigore e la conquista dei quarti di finale, poi persi contro un’altra sorpresa assoluta come l’Alessandria.

Una vittoria che vale ai liguri anche i complimenti della Lega B che scrive sul proprio sito: “Gli uomini di Di Carlo anche quest’anno si confermano “specialisti” in imprese di coppa e, dopo un cammino fenomenale lo scorso anno, interrotto solo alle soglie della semifinale, anche stavolta eliminano avversari della A conquistando l’accesso alla fase con le migliori 16 squadre della competizione. Dopo aver eliminato l’Udinese cade infatti anche il Palermo”.

Fra gli eroi della serata c’è senza dubbio, e ancora una volta, Leandro Chichizola, una vera e propria certezza nelle sfide dagli undici metri come aveva già dimostrato in patria con la maglia del River Plate contribuendo alla vittoria del titolo nazionale nel 2014 prima di approdare in Italia per vestire la maglia dello Spezia. L’argentino infatti non solo ha parato il quinto rigore del Palermo, tirato da Balogh, tenendo in vita la squadra dopo l’errore di Galli, ma ha anche segnato il suo tiro dagli undici metri con una conclusione degna di un attaccante per precisione e freddezza ergendosi ancora una volta a uomo copertina dello Spezia.