© foto di Ivan Cardia

La SPAL e Davide Vagnati, avanti insieme. Dopo tante parole, dopo il forte interessamento del Parma, il club estense e il direttore sportivo hanno ribadito l’intenzione di continuare assieme. Un binomio che pare indissolubile, dopo la conferenza di ieri, con qualche sforzo da parte di entrambi. Della società estense, che ha fatto di tutto per tenersi stretto il proprio dirigente, mettendo sul piatto un nuovo contratto nonostante l’ultimo rinnovo fosse datato 5 maggio, appena sette mesi fa. Del direttore sportivo, che ha rimbalzato l’offerta, importante, del Parma: da Lega Pro solo per il momento, la storia dei crociati parla da sola. Ma ha restituito al mittente anche quella degli estensi, dfuggendo alle logiche del mercato. Perché c’è un’altra storia, quella della SPAL, che Vagnati sta scrivendo. Con lo storico ritorno in Serie B, con una squadra giovane ma ambiziosa. Con la voglia e non solo con le motivazioni economiche. Una squadra costruita in maniera attenta, un giocattolo che sta sorprendendo gli addetti ai lavori, da non salutare così a cuor leggero. Perché i treni possono passare ed essere mancati, ma se si è già in viaggio su un vagone che cammina spedito, forse è meglio rimanerci. SPAL e Vagnati, ancora insieme. Nonostante le sirene ducali.