© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Sfida al Novara in vista per il Brescia di Giampiero Pinzi. In conferenza stampa, il centrocampista ha fatto il punto, come riportato da bresciaingol.com: “Stupisce vedere il Novara in questa posizione, era una delle squadra partite che avrebbe dovuto lottare per la promozione e invece sta facendo fatica…Il gruppo però è formato da ottimi giocatori e il campionato è lungo il Novara uscirà alla distanza”.

L’ex Boscaglia.“Non l’ho conosciuto perché non ero a Brescia lo scorso anno. E’ un tecnico molto preparato che conosce bene la nostra squadra, tanti giocatori hanno giocato con lui la passata stagione, ci aspetta una partita con tante insidie”.

Fortino Rigamonti.“Il fatto di giocare in casa ci dovrebbe aiutare, di solito al Rigamonti abbiamo sempre fatto grandi partite… E poi abbiamo grande rabbia dopo l’ennesima sconfitta maturata in trasferta. C’è voglia di dimostrare che la squadra c’è ed è viva”.

L’handicap trasferta. “Abbiamo un grande rammarico, quello di non confermarci lontano da casa…E’ difficile da spiegare, ma non riusciamo ad avere lo stesso rendimento. Dobbiamo essere più bravi a gestire le situazioni credo sia questo il problema, se vogliamo chiamarlo così… Purtroppo ci fa rabbia vedere squadre alla nostra portata che ci hanno superato in classifica, fermo restando che siamo in linea con le aspettative”.

Crescere e migliorare. “L’obiettivo non cambia, ma la volontà è quella di crescere e migliorare. Siamo una squadra giovane, plasmata solo l’ultimo giorno di mercato ed è normale incontrare qualche difficoltà. Dispiace perché avevamo iniziato piuttosto bene, ma sono certo che tutti daranno il massimo per migliorarsi”.

Contestazione tifosi. “Sinceramente non l’ho interpretata come una vera e propria contestazione , ma come un modo per caricare ulteriormente. Siamo noi i primi a non essere contenti davanti agli insuccessi in trasferta… I tifosi ci hanno fatto capire una volta di più che ci sono vicini e noi cercheremo di ripagarli, l’esternazione dei tifosi deve servirci da spunto per dare ancora di più”.