ezio-scida-31-640x360.jpgFinito il campionato, finita la festa rossoblù ora lo stadio è pronto per il maquillage. Non ci sarà un nuovo stadio almeno per i prossimi 2 anni, visto che siamo ancora in attesa del progetto commissionato a B Futura dal F. C. Crotone e , forse, dal Comune di Crotone, ma si interverrà per portare la capienza a 13.000 posti. Ecco quali saranno gli interventi che verranno effettuati a breve.

Settore distinti: eliminazione tribuna stampa con aumento di 400 posti, installazione tornelli e nuovo ingresso lato Piazzale Milone. Purtroppo non sarà possibile utilizzare per questo settore la copertura che attualmente è installata sulla tribuna.

Settore Curva Sud: innalzamento della struttura con aumento di 1500 posti ed installazione nuovi tornelli ed ingresso su piazzale antistadio;

Settore Tribuna: Sostituzione della copertura con innalzamento della tribuna con un incremento di circa 1000 posti, creazione di una nuova tribuna stampa per garantire 80 postazioni ed area ospitality. L’area sottostante la tribuna verrà allestita come sala MediaTV adibita alle postazioni per le interviste pre-post partita. Sempre nel settore antistante la tribuna, verrà creata un’area adibita agli autobus delle squadre. Questo significa che le squadre accederanno all’impianto non dal lato spogliatoi ma dal lato tribuna. Dopo la partite verrà creata, con delle transenne, una via d’uscita che attraverserà il piazzale antistante lo stadio, questo permetterà ai tifosi, in tutta sicurezza, di poter salutare gli atleti delle due squadre.

Locale spogliatoi: intervento radicale per creare spogliatoio squadra locale ed ospite, spogliatoio arbitri, nuova sala doping, sala massaggi e medica ed uffici.

Installazione nuovo sistema di illuminazione con utilizzo di luce a tecnologia Led ed installazione di Maxischermo, obbligo di Lega, in zona ancora da definire.

Come potete vedere si tratta di interventi importanti che non si realizzano con la bacchetta magica. Quando inizieranno i lavori? L’assessore allo Sport, Claudio Molè, interpellato sull’argomento, anche se deluso da alcuni comportamenti della società pitagorica, tranquillizza tutti e dice che i lavori inizieranno presto, addirittura nella prossima settimana. Vedremo se bisognerà aspettare l’esito delle elezioni oppure si partirà prima, sperando che non si voglia utilizzare la questione stadio come merce di scambio per le prossime amministrative.