Milan-Balotelli, futuro incerto. Ma non meriterebbe di restare

L’aveva detto Galliani a sette partite dal termine, Mario Balotelli deve giocarsi tutto in questo finale di stagione per meritare di restare in rossonero. La risposta dell’attaccante di proprietà del Liverpool però è stata insufficiente, soprattutto in termini di gol. Una sola rete in campionato è pochissimo per una punta che di mestiere dovrebbe metterla dentro e decidere le partite. Invece Mario ha sul groppone anche un rigore sbagliato e diverse prestazioni sotto il livello della sufficienza. Vengono in mente le parole di Mihajlovic e Brocchi quando nel corso del campionato hanno provato a spronare il giocare a dare di più per la squadra ma il salto di qualità non è arrivato mai.

Dal punto di vista comportamentale in questa annata Mario ha fatto dei notevoli passi avanti. Si è fatto notare meno sulle copertine dei giornali di gossip, più concentrato sul lavoro settimanale, poca vita mondana rispetto ad un tempo. Probabilmente anche lui ha capito che sono passati molti treni e ormai rischia di rimanere a piedi. A 26 anni un grande attaccante non può essere continuamente messo in discussione, una vera punta non può segnare col contagocce ed essere incitato dai propri allenatori come se fosse ancora un ragazzino alle prime armi.

Balotelli non meriterebbe la conferma ma le logiche del mercato sono sempre particolari. Il giocatore a detta della società è arrivato al Milan in prestito secco senza diritto di riscatto ma è normale che il Liverpool vorrebbe parlarne con Galliani per capire le intenzioni dei rossoneri. Pure perché Balo ai Reds non troverebbe spazio e dovrebbe nuovamente fare le valigie. Lui vorrebbe restare al Milan ma non ha saputo sfruttare a pieno le tante possibilità. La permanenza in rossonero è in forte dubbio, ma non è ancora detta l’ultima parola.