© foto di Daniele Buffa/Image Sport

L’allenatore della Lazio Simone Inzaghi ha analizzato così la vittoria di stasera con l’Inter ai microfoni de La Domenica Sportiva: “Penso che sia una vittoria meritata per lo spirito e la compattezza mostrata in campo. La mia Lazio era ferita dopo la brutta sconfitta con la Sampdoria. Faccio i complimenti ai miei ragazzi, che nonostante le assenze sono riusciti a battere un avversario di livello come l’Inter”.

Dopo la vittoria di stasera aumentano i rammarichi per quanto fatto dalla Lazio in questa stagione?
“Probabilmente con la vittoria di Genova saremmo là in alto a giocarci l’Europa, ma è vero anche che nelle ultime cinque partite abbiamo fatto nove punti pur giocando con Juventus e Inter. Stasera ci siamo tolti una bella soddisfazione. E’ bello vedere che la Lazio se la può giocare con tutti”.

Spera di arrivare ai livelli di Mancini da allenatore?
“Roberto è un grande, certo che ci spero. E’ stato all’estero, ha vinto tanto e adesso allena l’Inter. Per me è stato molto importante e lo devo ringraziare, così come devo ringraziare Tare e Lotito perché mi hanno voluto qui”.

Consiglierebbe alla società di rinnovare il contratto di Klose?
“Del futuro di Klose non abbiamo ancora parlato. Non so cosa succederà, ma è sicuramente un campione da cui i giovani devono prendere esempio. Per lui parlano gol e prestazioni”.

Che ambiente ha trovato alla Lazio?
“Conosco bene la Lazio, sono qui da 15 anni. Sono rimasto sereno anche dopo l’immeritata sconfitta di Genova e i conseguenti mugugni, sapevo che stasera avremmo fatto bene”.