© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Mancano 26 giorni all’inizio degli Europei in Francia, con la Spagna a caccia del tris continentale mentre le altre Nazionali proveranno a scrivere il proprio nome nell’albo d’oro nella competizione che all’Italia ha sorriso soltanto nel lontano 1968. Tanti i calciatori che, causa infortunio, salteranno l’appuntamento tanto atteso da quattro anni, ovvero dall’Europeo in Polonia e Ucraina che vide la Roja di Vicente Del Bosque passeggiare sull’Italia di Cesare Prandelli nella finalissima di Kiev. 4-0 il risultato per gli iberici, match che Claudio Marchisio ricorderà (purtroppo per noi italiani) benissimo. Il centrocampista juventino era titolare in occasione dell’ultimo atto della rassegna di quattro anni fa, ma mancherà in Francia a causa della rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Ma la sua assenza non sarà l’unica trai volti noti: l’Italia rinuncia anche a Perin e Verratti, il Portogallo a Fabio Coentrao e Danny, la Germania a Gundogan e Schweinsteiger ma recupera Draxler in extremis, il Belgio dovrà fare a meno del capitano Kompany e di Defour (obiettivo di mercato della Lazio), la Francia paga i ko di Laporte – anche se il difensore dell’Athletic Bilbao non ha ancora esordito nella Nazionale maggiore -, Zouma e Debuchy. L’Inghilterra dovrà fare a meno anche di Oxlade-Chamberlain, Welbeck oltre i giovani Shaw e Ings, la Russia pagherà il ko di Cheryshev mentre la Spagna potrebbe rinunciare a Diego Costa. La presenza dell’attaccante del Chelsea, secondo quanto scrive la stampa iberica, è in dubbio causa problemi muscolari. Per un Europeo che perde pezzi, lo spettacolo sicuramente non mancherà. Sperando che la lista degli infortunati eccellenti non si allunghi ulteriormente da qui al 10 giugno.

Queste le principali assenze per infortunio a Euro 2016:

Portieri: Mattia Perin (Genoa, Italia), Jack Butland (Stoke City, Inghilterra), Rob Elliot (Newcastle, Irlanda)

Difensori: Aymeric Laporte (Athletic Bilbao, Francia), Kurt Zouma (Chelsea, Francia), Fabio Coentrao (Monaco, Portogallo), Vincent Kompany (Manchester City, Belgio), Benoit Tremoulinas (Siviglia, Francia), Mathieu Debuchy (Bordeaux, Francia), Luke Shaw (Manchester United, Inghilterra).

Centrocampisti: Claudio Marchisio (Juventus, Italia), Marco Verratti (Paris Saint-Germain, Italia), Chris Brunt (West Bromwich Albion, Irlanda del Nord), Ilkay Gundogan (Borussia Dortmund, Germania), Steven Defour (Anderlecht, Belgio), Bastian Schweinsteiger (Manchester United, Germania), Alex Oxlade-Chamberlain (Arsenal, Inghilterra).

Attaccanti: Danny (Zenit, Portogallo), Josip Drmic (Amburgo, Svizzera), Danny Welbeck (Arsenal, Inghilterra), Denis Cheryshev (Valencia, Russia), Diego Costa (Chelsea, Spagna), Danny Ings (Liverpool, Inghilterra).

Tra parentesi la squadra di appartenenza e la Nazionale di ogni singolo calciatore.