© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Giornata transitoria per gli ultimi verdetti ancora non scritti in Serie A. A due gare dal termine, il campionato deve ancora dire quale sarà la squadra che concluderà la stagione alle spalle della Juventus campione d’Italia. La Roma non molla la presa e resta a -2 dal Napoli. Importante successo in rimonta dei giallorossi che ieri nei minuti finali hanno ribaltato la gara a Marassi contro il Genoa e messo pressione ai partenopei che un paio d’ore dopo la vittoria della Roma hanno risposto contro l’Atalanta con una doppietta di Gonzalo Higuain.
Tutto in bilico anche per la sesta posizione. Nell’ultimo turno il Sassuolo grazie alla vittoria di misura contro l’Hellas Verona ha sorpassato il Milan che a San Siro contro il Frosinone non è andato oltre il 3-3. Adesso, Brocchi e i suoi ragazzi hanno due strade per evitare l’ennesima stagione senza Europa: controsorpassare il Sassuolo negli ultimi 180 minuti o vincere la finale di Coppa Italia, mandando così ai preliminari della seconda competizione continentale una Fiorentina che dopo l’ultimo pareggio contro il Chievo Verona difficilmente raggiungerà l’Inter quarta in classifica. I nerazzurri, infatti, nonostante il ko contro la Lazio hanno quattro punti di vantaggio sui viola.
Giochi ancora aperti anche in coda. Solo la matematica dopo l’ultimo pareggio tiene in corsa il Frosinone, mentre il Palermo che ha battuto 2-0 la Sampdoria ha adesso gli stessi punti del Carpi sconfitto allo Juventus Stadium. Salvi, al momento, sono ancora gli emiliani grazie allo score migliore negli scontri diretti, ma attenzione anche all’Udinese che ha al momento solo tre punti di vantaggio sulla coppia al terzultimo posto e sabato pomeriggio ha incassato una pesantissima sconfitta interna contro il Torino. A chiudere questo turno il pareggio senza reti tra Empoli e Bologna.

LA CLASSIFICA – Juventus 88; Napoli 76; Roma 74; Inter 64; Fiorentina 60; Sassuolo 55; Milan 54; Lazio 51; Chievo Verona 49; Torino 45; Empoli 43; Genoa 43; Bologna 41; Atalanta 41; Sampdoria 40; Udinese 38; Carpi 35; Palermo 35; Frosinone 31; Hellas Verona 25.