© foto di Federico De Luca

Il direttore sportivo viola, Daniele Pradè, ha parlato nel post partita di Lazio-Fiorentina: “Quando si vince è sempre bello: è stata dura la partenza ma abbiamo dimostrato personalità ad attaccamento. Una rivoluzione o ritocchi? La parola “rivoluzione” è sbagliata: abbiamo dimostrato di essere una squadra forte nonostante i momenti di difficoltà. Klose? Ho chiesto la sua maglia a fine gara: ha avuto il giusto tributo stasera. La mia ultima stagione a Firenze? La proprietà mi sta facendo lavorare, abbiamo rinnovato il contratto di Vecino fino al 2021: in settimana quando tornerà Andrea Della Valle ci vedremo. L’importante è fare bene come stiamo facendo. L’importante è sentire la fiducia della proprietà e continuare su questa strada. Col dg Rogg abbiamo già impostato la prossima stagione. Incontri già fissati? No non ce ne sono ma non c’è urgenza di vederci: dobbiamo pensare solo alla prossima stagione. Sousa via? Quante volte lo deve ripetere che il mister resta! Un bilancio della stagione? Ad inizio anno non ci eravamo posti obiettivi: volevamo continuare un percorso in un’identità di calcio. Abbiamo iniziato troppo bene e dopo è montata la delusione. Arrivare per il 4° anno di seguito in Europa è motivo di grande soddisfazione”, le parole riportate da Firenzeviola.it.