L’amministratore delegato del Crotone Gianni Vrenna dopo il week end di festeggiamenti è tornato sull’emozione provata per la prima storica promozione in Serie A. “È qualcosa di indescrivibile, non si può spiegare l’entusiasmo di una città che esplode di gioia, vedi la felicità nel volto della gente. Tre aggettivi per la stagione? Spettacolare, fantastica, eccezionale. Il gruppo ha mostrato una forza incredibile merito di squadra, allenatore e dello staff che lavora dietro le quinte e che è cresciuto nel corso degli anni. Per loro poca vetrina, ma tanto lavoro”.

Ha paura che le rubino il suo allenatore?
“Ha ancora un anno di contratto e l’opzione per quello successivo. In questi giorni ci vedremo e spero che possa restare con noi e continuare questo capolavoro”.

Quando ha iniziato a credere nella promozione?
“Quando abbiamo vinto a Bari con l’uomo in meno e recuperando dal 2-1 in cinque minuti. Lì mi sono detto che era l’annata giusta perché se vinci certe partite vuol dire che è il tuo anno. Abbiamo lottato sempre e a un certo punto abbiamo posto come obiettivo l’arrivare primi in classifica”.

Come affronterete la prima stagione in Serie A?
“Andremo ad affrontarla come abbiamo sempre fatto senza perdere il nostro DNA e affrontato il campionato con l’entusiasmo della neo promossa e senza alcuna paura. Non vogliamo fare la comparsa nella prossima stagione e ci impegneremo affinché questo non succeda”.