© foto di Imago/Image Sport

Se pure Robert De Niro e tutta la carovana hollywoodiana hanno deciso di fare un film su di lui, vuol dire che il soggetto in questione ha fatto davvero qualcosa di straordinario. La storia di Jamie Vardy oramai la conoscono praticamente tutti, si va dagli inizi nel calcio dilettantistico e i lavori da metalmeccanico nelle fabbriche di Sheffield ai primi gol ‘professionistici’con l’Halifax e il Fleetwood Town. Fino alla chiamata del Leicester, nel 2012. Ed è stato proprio Vardy, grazie ai suoi gol e alla sua forza caratteriale, a trascinare il Leicester fino alla promozione in Premier League. Poi quest’anno sono arrivati tutti i riconoscimenti del caso, a cominciare dalla vittoria per poi arrivare al record di gol consecutivi in Premier League che apparteneva precedentemente ad un certo Ruud Van Nistelrooy. Nel mezzo, la convocazione con la Nazionale inglese e lo splendido gol di tacco nel giorno dell’esordio. Oggi Vardy è l’uomo simbolo e il leader della squadra campione di Premier League e la prossima estate potrebbe aggiungere un nuovo capitolo alla sceneggiatura del suo film. La vera sfida, adesso, è capire quale può essere il vero e giusto valore di mercato di un attaccante del genere arrivato forse troppo tardi nel calcio che conta.