© foto di Prospero Scolpini/TuttoSalernitana.com

La retrocessione, per il Como, è ormai una realtà. Ne ha parlato il tecnico dei lariani, Stefano Cuoghi a La Provincia: “Sfortuna? Mai e poi mai sentirete da me quella parola. Che invece ho sentito più volte nelle interviste di chi era qui prima di me. Non voglio parlare degli allenatori che mi hanno preceduto su questa panchina e di quello che è successo prima del mio arrivo. Non c’ero e non mi compete farlo. Però qui non si tratta di sfortuna. Non sono riuscito a far capire ai calciatori la mia idea di calcio. Io non sono per il 4-3, io sono per l’1-0. Primo non prenderle, chiunque sa che le squadre che vincono sono quelle che prendono meno gol. Per noi questo concetto doveva essere fondamentale, su questo dovevamo progredire. E non l’abbiamo fatto. Le case non si cominciano a costruire dal tetto, ma dalle fondamenta. E noi non l’abbiamo fatto. L’allenatore sono io, quindi la colpa è mia”.