Un passo indietro e tre avanti. Roma e l' apertissima  corsa al secondo posto

Il pari interno di lunedì sera sembrava aver frenato la corsa della Roma, e invece l’alleata dei giallorossi diventa una squadra che punterà – fino a quanto l’aritmetica lo renderà possibile – al terzo posto. La vittoria dell’Inter ai danni del Napoli ha infatti rappresentato un assist da cogliere al volo per la banda di Luciano Spalletti, in campo alle 12.30 all’Atleti Azzurri d’Italia contro l’Atalanta. Un appuntamento da non fallire per i capitolini, per tenere apertissimo il discorso secondo posto nonostante tre mesi da dimenticare sotto la guida legata a Rudi Garcia.
L’arrivo di Luciano Spalletti ha invece segnato una rinascita giallorossa, fino allo scontro diretto – quello contro il Napoli – in programma il 25 aprile all’Olimpico. Una finalissima, qualora la Roma dovesse arrivare all’appuntamento con tre punti di ritardo in quanto, con un eventuale successo, sarebbe secondo in graduatoria grazie agli scontri favorevoli contro gli azzurri. 0-0 lo scorso dicembre al San Paolo, col Napoli che nelle ultime settimane fatica a mostrare la brillantezza e il gioco dei tempi migliori. Tra l’altro senza Gonzalo Higuain, che tornerà proprio contro la Roma.
Per la formazione capitolina, invece, l’1-1 col Bologna ha rappresentato un passo indietro. Ma nel lunch match ci sarà la possibilità di farne tre in avanti e riportarsi a tre lunghezze dai partenopei, a otto giorni dal match clou contro la banda di Maurizio Sarri. In attesa del turno infrasettimanale che potrebbe riservare nuove sorprese, per una corsa al secondo posto che due mesi fa sembrava chiusa. Invece è più aperta che mai…