© foto di Federico De Luca

L’ex difensore di Napoli e Lazio, Raffaele Sergio, ha parlato ai microfoni di TMW Radio facendo il punto sulla situazione in casa azzurra. “Ha una rosa abbastanza competitiva, ha quei quattro o cinque sostituti di livello, ma va comunque rinforzata. Per affrontare le tre competizioni serve una rosa più ampia. In alcune circostanze i cambi non erano all’altezza. Peccato perché poteva essere l’anno buono”.

Sul mercato estivo.
“Spero che Gabbiadini e Mertens non vadano via, il Napoli è messo molto bene davanti. In altri reparti deve essere rinforzato, in pochi hanno attaccanti come loro, è già una squadra buona, ma un altro difensore di spessore servirebbe. Maksimovic? Eh sì, sarebbe un giocatore importante per dare eventualmente un’alternativa a Hysaj”.

Sulla Lazio.
“Ha trovato continuità nelle ultime due partite, stasera c’è una prova molto importante. Subito dopo il derby ha trovato equilibrio sia tecnico che tattico. Quest’anno ci sono stati soprattutto problemi dietro, a parte de Vrij ha bisogno di altri giocatori, per fare tre competizioni. Ci sono tanti giocatori in Europa, ambiti e importanti, la politica della società è sempre andare sui giovani. Djordjevic è importante, Keita deve esplodere. Io mi terrei Klose un altro anno, da quello che vedo mi sembra un professionista esemplare. Immobile? Sa fare bene le due fasi, attacca gli spazi, deve avere più fiducia. Ha avuto qualche difficoltà in Europa ma penso che gli attaccanti maturino più tardi. Può essere importante”.

Su un eventuale scambio Biglia per Berardi.
“Sono due ruoli diversi, credo che Biglia sia difficile da sostituire ora. Almeno come caratteristiche e qualità. La Lazio non credo ne abbia, prima di darlo via, visto che dà equilibrio, bisogna pensarci molto bene. Candreva è un trascinatore. La Lazio sbaglierebbe a privarsene”.