© foto di Federico De Luca

Claudio Gentile, ex giocatore della Juventus, è intervenuto a TMW Radio durante la trasmissione Stile Juventus: “C’è sempre qualcuno che rosica, che critica e cerca scuse per non dare meriti alla Juventus, a partire dagli errori arbitrali”.

Come valuta l’operato della Juve negli ultimi cinque anni?
“Questo è un grande successo. Ai miei tempi, senza voler sminuire nessuno, era forse più difficile vincere titoli consecutivi. La squadra di Allegri ha comunque una grande mentalità, anche se in Champions League non è stata molto fortunata”.

La mentalità?
“Alla Juventus si impara a dimenticare ciò che si è fatto ma a pensare soltanto a vincere anno dopo anno. Questa mentalità l’ho riscontrata solo a Torino e i dati lo dimostrano, perché la squadra che vince di più è la Juventus”.

Il futuro?
“Credo che la Juventus possa vincere per almeno altri due tre anni senza problemi, dominando il campionato, perché non ci sono altre squadre attrezzate per dare noia ai bianconeri. L’obiettivo dovrà essere adesso quello relativo alla Champions”.

La gara di ieri?
“Il risultato sulla carta sembrava scontato, ma non è così, perché a Firenze la gara contro la Juve si vive in modo particolare, vale quasi come un campionato e avrebbe salvato il finale di stagione dei viola. La squadra di Allegri è stata anche fortunata ma la fortuna aiuta sempre chi vince”.

Andrea Agnelli?
“Spero che possa raggiungere record come i suoi parenti in passato. Ha commesso qualche errore in passato ma è sul podio dei dirigenti della storia bianconera”.

Marotta?
“Lui, Allegri e Agnelli sono gli artefici del momento della Juventus. Dobbiamo dare merito a tutti loro, hanno dato la svolta”.