© foto di Alberto Lingria/PhotoViews

Alexandre Pato in Italia? Un’opzione concreta per la scorsa estate, poi non concretizzata, di cui ha parlato oggi a TMW Radio Leonardo Cornacini, agente brasiliano che stava lavorando per riportare il Papero nel Bel Paese: “È stato difficile lavorare per riportarlo in Italia, ha uno stipendio altissimo, qui in Italia non è semplice che possa tornare”.

Possibilità però ve ne sono state.
“Ho avuto contatti con varie società, penso che lo stipendio sia stato lo scoglio principale. Pato ha un gran mercato, c’è interesse per lui anche in Italia, ma lo stipendio pesa”.

Si parlava di Sampdoria e Udinese.
“Sì, soprattutto una di queste società: Pato ha giocato nel Milan, è tornato in Brasile e ha fatto bene. È un giocatore di alto livello e un bravo ragazzo, non è semplice ma spero che possa tornare in Italia”.

In Italia c’è già e sta facendo benissimo Antonino La Gumina.
“Oggi tutta Italia ci chiede di Antonino. È un giocatore del Palermo, con cui ha un contratto fino al 2019, è troppo presto per parlarne: deve finire la stagione. Lui è un giocatore con grandi prospettive, stiamo trattando con la società, Antonino è giovane, è un ragazzo giovane che al Viareggio ha fatto molto bene, siamo sicuri che ha un bel futuro davanti a sé”.

Potrebbe ancora avere futuro in Italia Emerson Palmieri?
“Merson è forte e un bravo ragazzo, non ha avuto tante opportunità ma ha grande qualità. In Italia non è facile per i giovani, gli servono opportunità, perché un ragazzo della sua età ha bisogno di spazi. È un giocatore che serve al calcio italiano”.

Cassini?
“Matheus aveva varie opzioni di mercato, in quel momento abbiamo trattato e scelto cosa fosse meglio per lui. Veniva dal Brasile, non è facile arrivare in una piazza come il Palermo. Lui è in Croazia, sta facendo bene e sta maturando, per il prossimo anno non ho parlato ancora con la società: penso che in questo momento sia difficile parlare del prossimo anno. Spero che il Palermo si salvi e poi ne parleremo, per ora Matheus sta facendo bene lì”.