© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

dopo la sconfitta accusata contro il Milan, Vincenzo Montella ha analizzato la gara della Sampdoria ai microfoni della Domenica Sportiva:

Meritavate un pareggio
“Abbiamo fatto una grande partita come impegno, sacrifico, abbiamo fatto tutto ciò che dovevamo fare e la squadra non meritava la sconfitta, siamo molto amareggiati. Ma ora basta fare le vittime, concentriamoci sulle prossime gare. Dobbiamo mettere la stessa intensità e ne usciremo presto da questa situazione”.

Sul gol annullato?
“Non mi piace parlare degli arbitri, purtroppo queste domande me le fanno spesso ultimamente ma voi avete gli occhi come me, i punti valgano tanto per tutti e siamo tutti più irascibili. Dispiace ma ogni decisione era comunque difficile da prendere e non così facile come pensavo dal campo”.

Sulla moviola in campo?
“Non si può scegliere a tutti gli episodi dubbi, in quelli importanti si potrebbe usare. Meglio una via di mezzo, non su tutto perché altrimenti non si giocherebbe più”.

Sulla prestazione?
“La squadra ha fatto una grande partita anche in relazione all’avversario, una gara molto veloce, molto intensa, ha interpretato alla perfezione ogni momento della gara e di questo sono contento ma è direttamente proporzionale alla delusione per il risultato”.

Il calendario preoccupa?
“Il mio intento è mantenere la squadra con la stessa intensità, se giochiamo come oggi possiamo fare i punti che ci servono”.

In corsa per la panchina della Nazionale?
“Il ct deva essere esperto e avere caratura internazionale. Vedrei bene Mancini. Sarebbe un onore essere considerato ma non credo che ci sia questa possibilità”.