© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Altalenante. Si può definire così il campionato della Sampdoria. Dopo due risultati postivi, il pareggio contro la Fiorentina e il successo contro l’Udinese, è arrivata una battuta d’arresto contro il Milan a Marassi. A differenza delle precedenti sconfitte però quella con i rossoneri è forse la più immeritata. I blucerchiati infatti sono stati capaci di creare pericoli alla porta difesa dal giovane Donnarumma e chissà come sarebbe finita se Valeri avesse convalidato la rete di Dodò nella prima frazione di gara. Polemiche arbitrali a parte la squadra di Montella ha comunque disputato un ottima gara, ma adesso ciò che è più importante è dare continuità e mettere in cascina i punti necessari per affrontare un finale di campionato certamente più tranquillo. I punti che distanziano i liguri dal Frosinone, terzultimo, sono sei. Se, a cinque giornate dalla fine, è vero che Soriano e compagni possono godere di un ottimo cuscinetto con la zona calda della classifica, è altresì realistico che l’aritmetica non salva ancora la Samp e urge mantenere le antenne dritte in campo senza mollare un centimetro contro l’avversario di turno. Domani sera, o meglio tardo pomeriggio visto che il calcio d’inizio è fissato per le 18.30, la truppa blucerchiata andrà a far visita ad un Sassuolo ferito dalle due sconfitte consecutive contro Genoa e Fiorentina e sicuramente desideroso di tornare a macinare punti per avvicinarsi il più possibile al sesto posto del Milan. Vincenzo Montella dovrebbe attuare un piccolo turnover soprattutto grazie ai rientri di Ranocchia, che dovrebbe sistemarsi al centro della difesa, e di Moisander, che giocherà sul lato sinistro del campo. A destra nella difesa a tre, davanti a Viviano, ci sarà Diakité, protagonista di due gare molto positive contro Udinese e Milan. Il vero nodo da sciogliere sarà quello legato al centrocampo dove Krsticic, Fernando e Barreto si contenderanno due maglie da titolare. Certi del loro posto dal primo minuto saranno i due esterni De Silvestri e Dodò e l’attaccante Fabio Quagliarella, mentre sulla trequarti potrebbe giocare Soriano con Correa al posto di Ricky Alvarez, che osserverebbe un turno di riposo. Oggi ci sarà l’allenamento di rifinitura con il tecnico di Pomigliano d’Arco che apporterà le ultime correzioni all’assetto tattico della squadra che scenderà in campo al Mapei Stadium. Ciò che non deve mancare mai, per stessa ammissione dell’allenatore, deve essere il temperamento e il carattere messo in mostra nelle ultime uscite. Solo così la Sampdoria potrà condurre la barca in porto in questa stagione travagliata.