© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Sulle pagine del Secolo XIX troviamo una lunga intervista a Mattia Cassani: “Mi sono rimesso in gioco con Montella, ho avuto un’opportunità, continuità di gioco e presenze. Per me è un motivo di orgoglio perché a Firenze con Montella giocavo poco. La Samp? Il valore della rosa con corrisponde alla classifica. Montella ha portato una metodologia diversa, negli allenamenti e nella preparazione alla gara. Oggi siamo più consapevoli di quello che dobbiamo fare in campo. anche se non siamo riusciti a ottenere i risultati che si aspettavano società, allenatore e tifosi. Futuro? Non ci sono novità, siamo ancora poco sereni per pensare al futuro. Valuteremo. I matrimoni si fanno sempre in due.