Pescara, Oddo: "Brescia simile a noi. Una finale all'ultimo sangue"

Sfida all’Adriatico per il Pescara di Massimo Oddo. Il tecnico abruzzese ha parlato della gara contro il Brescia in conferenza stampa: “Dovrebbero rientrare a disposizione Caprari, Mazzotta e Aresti – si legge su PescaraSport24 -, vediamo nelle rifinitura per loro, oltre a Memushaj. Abbiamo lavorato molto in queste settimane su come disporci in campo in momenti critici, lo abbiamo fatto bene passando al 4-1-4-1 che poi è la fase difensiva del 4-3-3. Siamo stati ordinati, ma non è un Pescara 2.0, ma semplicemente l’evoluzione del Pescara tramite il lavoro. L’aspetto principale da curare è sempre quello mentale, ho sempre detto che ci sarebbe bastata una vittoria per tornare quelli di prima ritrovando certezze e sicurezze. La difesa? Fornasier ha tutto per diventare un grande difensore, se fosse già un Nesta sarebbe in A e non in B. Mandragora è un valore aggiunto ed è indispensabile per noi ora e Vitturini ci sta dando una grossa mano. Domani? È la partita dell’anno, poi c’è ne saranno altre. Vincere significa eliminare una squadra e staccare di qualche punto le altre. Vincendo metteremo un piede e mezzo nei playoff. Dobbiamo pensare sia una finale all’ultimo sangue. Il Brescia gioca bene ed ha individualità importanti, ci somiglia per qualche verso. Sarà un match difficile contro una squadra fisica che corre anche tanto”.