© foto di www.imagephotoagency.it

“Io resto anche l’anno prossimo”. Spalletti, anche martedì pomeriggio e in pubblico, ha dato garanzie alla Roma sul suo futuro. Ma c’è chi vorrebbe fargli cambiare idea. Perché la Federcalcio, per sostituire Conte dopo l’Europeo in Francia, lo ha messo al primo posto tra i possibili successori dell’attuale ct. Lo rivela l’edizione odierna de Il Messaggero, secondo cui la figura del tecnico toscano sarebbe ritenuta ideale per l’avvicendamento e avrebbe già avuto l’approvazione delle varie componenti della Figc. Di qui, però, a dire che lascerà Trigoria per Coverciano ce ne passa. Perché con Pallotta, 3 mesi fa, si è impegnato fino al 30 giugno 2017. Nella relazione finanziaria semestrale del club è stata indicata solo la scadenza contratto, senza riferimento ad alcuna clausola. In situazioni del genere, comunque, basta il gentlemen’s agreement per salutarsi a fine stagione. A parte i contatti informali, siamo ancora alla fase interlocutoria della discussione che presto entrerà nel vivo. Più che l’ingaggio (Lucio guadagna circa 3 milioni e Tavecchio, ancora grazie allo sponsor, può accontentarlo), conta il programma.