© foto di www.imagephotoagency.it

Una serata a senso unico quella andata in scena ieri sera al San Paolo. Per riscattare la sconfitta di sabato contro l’Inter, il Napoli ha letteralmente preso a pallonate il Bologna archiviando la pratica già nel primo tempo e prendendo il largo nella ripresa. La partita valida per la 34esima giornata di Serie A è finita 6-0, due i protagonisti principali di questo risultato tennistico: Manolo Gabbiadini e Dries Mertens. Il primo si conferma decisivo nelle gare contro le squadre di caratura inferiore e, dopo la prestazione da protagonista col Verona e la comparsata di San Siro, è tornato al gol siglando una doppietta nella prima frazione. L’ala belga, schierata a sorpresa al posto di Insigne dal primo minuto, ha regalato spettacolo soprattutto nella ripresa con tre gol. Uno più bello dell’altro.
Una prestazione da alieno, un messaggio diretto a Maurizio Sarri che a questo punto, nella prossima decisiva gara contro la Roma, non potrà tenerlo in panchina. Mertens c’è ed è pronto a fare la differenza, sia all’Olimpico che in futuro. Sempre in maglia azzurra, sempre in un Napoli col quale proprio nelle ultime ore ha raggiunto l’accordo per il rinnovo del contratto. Attualmente legato ai partenopei fino al 2018, l’ex PSV Eindhoven ha definito l’intesa per prolungare il contratto per due ulteriori stagioni, fino al 2020. La fumata bianca è prevista la prossima settimana, pochi giorni dopo la sua prima tripletta con la maglia del Napoli: quale modo migliore per festeggiare?