© foto di Pietro Mazzara

IL PRIMO GIORNO DI BROCCHI, UFFICIALE L’ESONERO DI MIHAJLOVIC. PER L’EX ALLENATORE DELLA PRIMAVERA CONTRATTO DI DUE MESI, SI GIOCHERÀ IL FUTURO IN SETTE PARTITE. SARRI VERSO LA CONFERMA A NAPOLI, MA L’APPUNTAMENTO È PER FINE STAGIONE: INTANTO I PARTENOPEI SEGUONO MAMMANA E KLAASSEN. LA JUVENTUS RIPORTERÀ A CASA BERARDI, MENTRE ALLEGRI È SEMPRE PIÙ VICINO AL RINNOVO. SI SCALDA L’ASSE INTER-SAMP: SORIANO, DODÒ E RANOCCHIA SUL PIATTO. SIMEONE RESTERÀ ALL’ATLETICO PER TANTO TEMPO

La notizia era nell’aria e nella giornata di ieri è arrivata anche l’ufficialità: Sinisa Mihajlovic non è più l’allenatore del Milan ed è stato proprio la società a comunicare la decisione attraverso il proprio sito ufficiale: “AC Milan comunica l’esonero del Signor Sinisa Mihajlovic dall’incarico di allenatore. Al Signor Mihajlovic vanno i più sentiti ringraziamenti per l’attività fin qui svolta con impegno e correttezza. La conduzione tecnica della Squadra è affidata, fino al termine dell’attuale stagione, al Signor Cristian Brocchi al quale AC Milan rivolge i più cordiali auguri di buon lavoro”. La squadra è stata affidata a Cristian Brocchi che avrà a sua disposizione sette partite, sei in campionato più la finale di Coppa Italia, per guadagnarsi la conferma anche per la prossima stagione. Il procuratore Davide Lippi era a Milanello per discutere con Adriano Galliani dei dettagli del contratto del neo tecnico. L’ex allenatore della Primavera ha sottoscritto un contratto di soli due mesi, poi al termine della stagione la società valuterà il suo operato ed, eventualmente, tratterà il rinnovo. Il presidente Silvio Berlusconi sarebbe stato pronto a offrire un biennale all’ormai ex tecnico della Primavera, ma Adriano Galliani ha invece frenato tutto spingendo poi per un contratto bimestrale con possibilità di rinnovo.

Per quel che riguarda le altre, in casa Napoli è sempre più vicina la riconferma per Maurizio Sarri, che sarà l’allenatore dei partenopei anche nella prossima stagione. Il tecnico pare essere pronto ad onorare non solo l’opzione a favore del presidente Aurelio De Laurentiis ma anche a confermare il proprio impegno per il futuro. A fine campionato ci sarà l’incontro decisivo fra le parti, con un congruo aumento di stipendio per l’ex Empoli e la possibilità che venga tolta la clausola unilaterale per il rinnovo fino al 2020. Da non escludere, infine, che l’incontro decisivo possa tenersi già dopo la sfida contro la Roma il prossimo 25 aprile. Il Napoli sta già pensando al mercato, con la società che ha già pronti due acquisti con i soldi provenienti dalla qualificazione in Champions League: un doppio colpo di primo livello per la prossima stagione. I nomi sono chiari: Davy Klaassen, centrocampista dell’Ajax e Emanuel Mammana, centrale difensivo del River Plate. Da non dimenticare però i nomi di Matias Vecino della Fiorentina e Nikola Maksimovic del Torino come alternative.

Anche la Juventus è pronta a confermare il proprio allenatore, con Massimiliano Allegri che deve soltanto mettere nero su bianco l’accordo già trovato con la Vecchia Signora, anche se i bianconeri dovranno stare attenti. Il tecnico bianconero ha voglia di un’esperienza di alto profilo all’estero e considerando le tante squadre in cerca di un allenatore è normale che anche il suo nome venga presa in considerazione. In questo caso dovrà essere brava la Juve a convincerlo a non lasciare Torino per provare, insieme, a vincere la Champions mancata l’anno scorso. Intanto però nell’ultimo weekend la Juventus avrebbe concluso l’operazione relativa a Domenico Berardi: dalla prossima estate l’attaccante sarà bianconero, mentre al Sassuolo andranno 25 milioni di euro. Ma l’agente del calciatore a in parte smentito: “Non si deve parlare di riscatto da parte dei bianconeri perché il giocatore è del Sassuolo, eventualmente si deve parlare di acquisto, il giocatore non è di proprietà della Juve e dunque gli Agnelli non hanno la possibilità di riscattarlo. Il giocatore è del Sassuolo e ha un contratto fino al 2019 con gli emiliani. Poi sono anni che la Juventus segue Domenico ed è interessata a lui, è una grande realtà quella della bianconera, ma ad oggi non c’è nulla”.

Inter-Sampdoria, si scalda l’asse in vista della prossima estate: domenica scorsa per la gara contro l’Udinese erano presenti al ‘Ferraris’ un paio di osservatori nerazzurri. Al centro delle loro attenzioni tre elementi: il primo è Roberto Soriano, centrocampista trattato già a gennaio e la coppia Ranocchia-Dodò di proprietà dei nerazzurri ed in prestito al club del presidente Ferrero. Per quanto riguarda il laterale brasiliano possibile che i blucerchiati chiedano il rinnovo del prestito. Le brutte notizie arrivano invece da Diego Pablo Simeone, che nei giorni scorsi ha affermato di sognare un futuro all’Inter. Il presidente dell’Atletico Madrid Cereso ha però affermato: “”E’ l’allenatore perfetto per questo club – ha detto Enrique Cerezo al Daily Mail – Ha firmato per cinque anni con noi e credo che tutte le parti in causa siano contente, per questo motivo non posso dare delle date di scadenza. Quando terminerà l’attuale contratto gliene proporremo un altro e credo che lui firmerà di nuovo per l’Atletico”.

IBRA, TENTAZIONE PREMIER. KLOPP VICINO A KLOPP E SOGNA HUMMELS. BARCELLONA, PRONTA L’OFFERTA PER GAMEIRO. LIONE, AVANTI CON JALLET

Giornata di ufficialità nei campionati esteri: il Lione rinnova con il terzino Christophe Jallet, 33 anni. Il club rivelerà in conferenza stampa i dettagli dell’accordo. Restando in Francia Fabio Coentrao è pronto a lasciare il Monaco: il club del Principato non dovrebbe riscattare il portoghese, di proprietà del Real Madrid. Capitolo Ibrahimovic: lo svedese ha offerte dalla Premier League, arriva la conferma da parte del compagno di squadra Thiago Silva.

In Inghilterra rinnova Gayle del Crystal Palace: accordo fino al 2019 mentre il Liverpool è sempre più vicino a Goetze, ormai in uscita dal Bayern e pronto a riabbracciare il suo mentore Jurgen Klopp. Il tecnico tedesco pensa anche a Mats Hummels, che allarma il Borussia Dortmund, dichiarando di voler vincere qualcosa.

Il Barcellona cerca un’alternativa in attacco e l’avrebbe individuata in Kevin Gameiro del Siviglia: i catalani sono pronti a offrire 18-20 milioni più Halilovic.

Infine, dal Brasile: l’ex Verona Fernandinho passa al Flamengo con la formula del prestito.