© foto di Federico De Luca

Fra pochi istanti anche il direttore sportivo della Sampdoria Carlo Osti interverrà in conferenza stampa per commentare la sconfitta casalinga contro il Milan.

23.50 – Inizia la conferenza stampa.

Gli episodi hanno fatto la differenza?
“Voi sapete che noi siamo un club che non è solito lamentarsi degli arbitri e, a proposito degli episodi, vorrei dire che sul gol del Milan non c’è assolutamente fallo su Dodò, quindi l’azione era regolare. C’era un gol regolare per la Samp che senz’altro avrebbe cambiato l’esito della gara. Gli errori li fanno tutti, noi e gli arbitro, ma in un momento del campionato bisogna avere la massima attenzione. Noi stiamo lottando con tutte le nostre forze per non retrocedere. Fra ieri e oggi, le squadre che son dietro di noi hano accorciato la classifica e noi siamo in una posizione delicata. Oggi era una partita importantissima. Onore a chi vince. Il Milan ha vinto perchè ha fatto una buona gara, però, per tornare sull’episodio, certi episodi hanno condizionato la gara. Siamo stati sfortunati”.

L’arbitro subito aveva fischiato il gol.
“E’ chiaro che c’è stata indecisione per il gol annullato e la partita ha preso un’altra piega. Io rifaccio i complimenti alla squadra e al mister. Abbiamo commesso degli errori anche noi, dispiace perchè la squadra non meritava di perdere”.

Questa non è la prima volta.
“Ho detto quello che dovevo dire, non voglio che l’attenzione venga rivolta agli arbitri perchè creerei degli alibi alla squadra. Ci sono stati episodi difficili da accettare, oggi era una gara delicatissima. Purtroppo è capitato che è stato annullato un gol regolare. Si va avanti lavorando per la gara contro il Sassuolo e il bello del calcio è questo perchè ogni tre giorni si lavora per cancellare le delusioni”.

La Samp sta crescendo?
“Penso che la Samp oggi ha una precisa identità. Montella è arrivato in un momento precario e in un momento delicato della stagione. In quel momento avevamo parecchi punti e non si pensava che il campionato avesse avuto le difficoltà che poi ha portato, ma oggi vedo la Samp di Montella. Penso sia stata imboccata la strada giusta”.

23.56 – Termina la conferenza stampa.