Pietro Terracciano
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com

Terracciano 6.5 – Salva la propria porta in almeno un paio di circostanze, soprattutto su Galano che è uno dei migliori dell’attacco vicentino.

Ceccarelli 5.5 – Spinge molto, anche se in qualche circostanza patisce le controffensive del giocatore Sbrissa. Viene sostituito nel secondo tempo. Dal 72′ Bernardini 6 – La Salernitana può rischiare di sbilanciarsi ma lo stopper è pronto alle chiusure.

Tuia 6 – Parte da centrale e poi finisce da terzino, rimanendo sempre in difesa. Fa quello che può e si comporta in maniera sufficiente.

Empereur 6 – Indovina alcuni interventi importanti, ma nel secondo tempo con la retroguardia che si apre prende qualche rischio anche lui.

Bagadur 6 – Clienti scomodi Galano ed Ebagua i quali si scambiano la posizione in zona centrale. Il centrale croato è costretto a qualche lavoro straordinario. Dal 61′ Gatto 5.5 – D’Elia lo conosce bene e riesce spesso a essere competitivo con lui sulla corsia esterna, e anche in area veneta.

Franco 6 – Nel primo tempo bada molto a proteggere la corsia di appartenenza, ma nella ripresa è più audace e propone più di un cross insidioso, anche se Vita è pericoloso nel contropiede.

Ikonomidis 6.5 – Le conclusioni che più mettono in apprensione la difesa vicentina sono proprio le sue, e Benussi deve allungarsi. Finisce da centrocampista puro con una formazione che ha molti giocatori d’attacco.

Ronaldo da Silva 6 – Gioca come regista arretrato nel primo tempo, ma nel secondo cerca anche di spingersi in avanti. Ordinaria amministrazione.

Zito 6 – Il suo gioco lo porta a inserirsi molto anche nell’area avversaria, gioca da vero e proprio centrocampista di quantità, ma non è particolarmente pericoloso per gli avversari. Dal 76′ Coda sv – Troppo tardivo l’ingresso in campo del capocannoniere, diciotto minuti sono pochi per essere incisivo.

Bus 5 – Poche volte riesce ad anticipare i difensori del Vicenza che sono tutti in forma smagliante. Sostanzialmente fumoso.

Donnarumma 5.5 – Nel primo tempo si vede pochissimo, nel secondo però confeziona la palla gol più nitida con palla che scheggia la traversa.