© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Dubbi a Vinovo: togliendone non pochi riguardo alla sua permanenza alla Juve, “Volessi andare via, lo avrei già detto il mese scorso”, Max Allegri ieri in conferenza stampa ha però alimentato quelli relativi alla formazione. Verso la gara di stasera contro la Lazio allo Stadium (ore 20.45) le certezze sono purtroppo le assenze: oltre a Marchisio (operato ieri al legamento crociato del ginocchio sinistro e fuori per almeno 5 mesi) e Chiellini (anche lui out per infortunio), mancherà lo squalificato Morata. Davanti a Buffon, in caso di difesa a 3 giocheranno Barzagli, Bonucci e Rugani. A destra potrebbe tornare Lichtsteiner, che resta in ballottaggio con Cuadrado, mentre a sinistra Alex Sandro dovrebbe prendere il posto di Evra. Ma non è detto che la Juve non torni al “vecchio” modulo. “Posso anche cambiare in difesa, abbiamo Evra che può fare il terzo centrale. O possiamo giocare a 4. Al posto di Marchisio metterò uno tra Lemina o Hernanes, devo anche pensare a chi mandare in campo tra Pogba e Khedira” ha precisato il tecnico livornese, mischiando parecchio le carte. In mediana, comunque, Lemina sembra in vantaggio su Hernanes, con ai suoi fianchi Pogba e Khedira. E in avanti dovrebbero cominciare ancora Dybala e Mandzukic, come con il Palermo, con Zaza pronto a subentrare. Per l’allenatore bianconero la rifinitura di oggi allo Juventus Stadium sarà quindi decisiva, per togliersi dubbi e mettere in campo le sue prime scelte.