© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Lunga intervista concessa ai microfoni di Sky da Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus che ha così commentato la conquista dello Scudetto: “Stagione straordinaria, dobbiamo onorare campionato e disputare la coppa Italia. Conquistare 24 vittorie su 25 è una cosa incredibile. Conferme? Importante la conferma di tutti, anche l’anno scorso voleva arrivare in fondo, dobbiamo porci sempre l’obiettivo massimo senza limiti. Anche quest’anno siamo stati un pochino sfortunati ma siamo riusciti a fare bene”.
Sul rinnovo del contratto: “Con Agnelli ottimo rapporto, sia con lui che Marotta, Paratici e con chi lavora in società. L’obiettivo singolo è quello di tutti per portare giocatori e risultati, come adesso come quando eravamo dodicesimi in classifica”.
Chiosa finale su cosa non ha funzionato in Champions e su questo finale di stagione: “Dopo la partita col Bayern ho pensato per un paio di giorni a cosa avrei potuto fare di diverso, poi ho dovuto guardare avanti. Morata in quel momento lì era un po’ cotto e misi Mandzukic dall’alto della sua esperienza. Il problema principale, però, fu la gestione di un pallone, abbiamo commesso una serie di errori. Bisogna accettare, dovesse andare il Manchester City in finale mi verrebbe da ridere”, ha detto Allegri che prosegue. “I ragazzi adesso festeggeranno, fino a giovedì saranno liberi. Poi torneremo a lavorare perché dobbiamo preparare le ultime tre gare di campionato e, soprattutto, la finale di Coppa Italia. I ragazzi lo sanno”.