© foto di www.imagephotoagency.it

Roberto Mancini, tecnico dell’Inter, parla a Rai Sport dopo la gara vinta contro l’Udinese: “Noi siamo partiti bene, l’Udinese ha fatto un gran gol perché a volte ci sono anche gli avversari. Bisogna applaudire quando gli altri fanno dei grandi gesti tecnici. Non chiudiamo le partite quando abbiamo le occasioni, col rischio di subire il 2-2. È successo anche a Genova, ma stiamo migliorando a vista d’occhio”.
Sta crescendo l’intesa tra Jovetic e Icardi
“Adesso funziona, dopo un tempo di tempo… lo speravamo dall’inizio, ma per vari motivi è servito più tempo. Sono felice per Jovetic, se lo meritava. Felice anche per Eder, Icardi penso abbia fatto la miglior partita delle ultime settimane, pur non avendo fatto gol”.
Qualche distrazione di troppo?
“Sicuramente, anche se comunque siamo la terza miglior difesa del campionato. Certamente dobbiamo migliorare”.
Ha parlato di mercato con Thohir?
“Me lo chiedete ogni volta… L’importante è prendere giocatori buoni che possano riportare l’Inter a vincere perché questa squadra deve tornare vincere, è questo il nostro pensiero. Siamo tranquilli con tutti”.
Icardi è diventato un uomo squadra.
“Io credo che Mauro debba ancora migliorare molto, essendo così giovane può migliorare solo lavorando, Ha fatto un’ottima partita proprio per essersi messo a disposizione della squadra. Non ha fatto gol, ma li farà. Se migliora la capacità di giocare per la squadra diventerà un grandissimo centravanti”.
Nel secondo tempo hai schierato un 4-1-4-1?
“Ci siamo messi 4-1-4-1 nell’ultimo quarto d’ora, prima avevamo Brozovic tra le linee per mettere in difficoltà l’Udinese”.
Quali sono i ruoli che vanno puntellati per fare il salto di qualità?
“Difficile dirlo, sicuramente servono giocatori di personalità e qualità. A volte è meglio un fuoriclasse che 3-4 giocatori buoni. Sicuramente l’allenatore è sempre responsabile, ma ci sono tre partite e nella vita non si sa mai”.
Prima vittoria in rimonta, l’Inter ha cancellato un proprio difetto?
“L’Inter ha sempre reagito, ma non riusciva a vincere. Sicuramente sono soddisfatto di quanto fatto oggi”.
Guarderà Roma-Napoli?
“Non lo so”.