Stevan Jovetic, attaccante dell’Inter, parla ai microfoni di Rai Sport dopo la gara vinta contro il Napoli: “È stata una partita difficile contro un avversario che gioca un attimo calcio, abbiamo lottato tutti insieme facendo vedere che siamo ancora lì. Non è successo nulla con Mancini, mi sono allenato sempre bene. Sono io il primo a dire che posso dare di più e mi spiace che non sia stato così. Ho sempre creduto nei miei mezzi e ora che me ne hanno dati la possibilità ho fatto vedere che sono sempre pronto. Sono venuto qua per stare tanti anni, non sono uno che ama spostarsi ogni anno. Con Mancini non c’è mai stato nessun problema. Il mio futuro sarà in nerazzurro? Sì. So che potevo dare tanto, ma l’importante è dare tutto adesso. Icardi? Sta segnando tanto e sta dando tanto per la squadra, quando gioca così è imprendibile. Se siamo compatibili? Io credo di sì, non abbiamo fatto tante partite insieme. Il mio vero ruolo? MI piace giocare come seconda punta, ma quando vedo che la squadra è in difficoltà mi abbasso. A me piace fare gol, ma la squadra è più importante”.