© foto di Federico De Luca

“L’Inter dopo l’ultima partita contro il Napoli è consapevole della sua forza e delle possibilità che si gioca. Contro il Genoa deve essere una finale, quindi bisogna andare in fondo e combattere per il risultato”. Questo il pensiero sul campionato di Ivan Cordoba, intervenuto ai microfoni dei cronisti presenti al Mondadori Store di Milano a margine della presentazione del suo libro “Combattere da uomo”. Perché è difficile marcare Totti? “Ha il talento che altri non hanno, riesce a fare la giocata che non ti aspetti, per questo è difficile marcarlo. È un giocatore con un’efficacia enorme. Murillo? È giovane ma ha già dimostrato il suo valore e ha ancora tanto da dare come giocatore. Si sta costruendo una sua storia, ma non deve essere paragonato a me. Sono onorato se lui vede in me qualche obiettivo, ma deve fare una storia ancora più bella della mia”.