© foto di www.imagephotoagency.it

E’ iniziato il countdown: nove punti di vantaggio sulla seconda in classifica a cinque giornate dal termine. La Juventus che ha battuto 4-0 il Palermo vola verso il quinto Scudetto consecutivo, ulteriore allungo sul Napoli che sabato sera, a San Siro, ha confermato tutte le difficoltà del momento. La sconfitta contro l’Inter è la terza nelle ultime cinque trasferte, un ruolino di marcia esterno non all’altezza di una squadra in lotta per il titolo che ha creato un solco profondo tra la prima e la seconda della classe.
Il Napoli, adesso, deve pensare soltanto a consolidare il secondo posto in classifica. Anche se la sconfitta nell’anticipo non ha cambiato molto lo status quo visto che, ieri a Bergamo, la Roma non è andato oltre il pareggio. Rocambolesco 3-3 quello andato in scena all’Atleti Azzurri d’Italia con i padroni di casa che hanno ribaltato un doppio svantaggio iniziale e, nel finale, sono stati raggiunti da una rete di Totti dopo aver sbagliato il match point con Marco Borriello.
Per la Roma è il secondo pareggio consecutivo, quattro i punti conquistati negli ultimi 180 minuti dall’Inter che, adesso, è a quattro punti dal terzo posto. Segue la Fiorentina, tornata alla vittoria dopo sei partite senza i tre punti. Seconda sconfitta consecutiva per il Sassuolo che al Franchi ha archiviato in maniera quasi definitiva le speranze di qualificarsi alla prossima Europa League.
Buona la prima per Cristian Brocchi sulla panchina del Milan. A Genova, la squadra rossonera ha risolto la pratica Sampdoria con un gol realizzato da Bacca nella ripresa. Buona la seconda per Simone Inzaghi sulla panchina della Lazio: due vittorie in altrettante gare per il nuovo allenatore biancoceleste che ha superato l’Empoli grazie alle reti di Candreva e Onazi.
In coda sempre più nei guai il Palermo. La terza sconfitta consecutiva sul campo della capolista ha fatto sprofondare i rosanero al penultimo posto. Hanno vinto, infatti, sia il Carpi che il Frosinone. Gli emiliani hanno battuto in rimonta il Genoa, mentre il Frosinone – passato al Bentegodi a tempo scaduto – ha condannato definitivamente l’Hellas Verona alla Serie B. Hanno chiuso questo turno la vittoria del Torino sul campo di un Bologna sempre più in crisi e il pareggio senza reti tra Udinese e Chievo Verona.

LA CLASSIFICA – Juventus 79; Napoli 70: Roma 65; Inter 61; Fiorentina 59; Milan 52; Sassuolo 48; Lazio 48; Chievo Verona 45; Torino 42; Genoa 40; Empoli 39; Bologna 37; Atalanta 37; Sampdoria 36; Udinese 35; Carpi 31; Frosinone 30; Palermo 28; Hellas Verona 22.