© foto di Imago/Image Sport

Un finale da urlo. Goleade e remontada, con l’Atletico Madrid che tiene il passo del Barcellona grazie al successo di misura contro il Malaga. Correa decide in favore dei colchoneros, mentre Luis Suarez rappresenta l’arma vincente per Luis Enrique. Il Pistolero si conferma bomber letale con un nuovo poker, dopo l’8-0 infrasettimanale contro il Deportivo La Coruna. L’uruguagio ha firmato altri quattro gol nel 6-0 contro il Gijon, portandosi così in vetta alla classifica marcatori nella Liga e in testa nella graduatoria della Scarpa d’oro. Di Messi e Neymar le reti che hanno fatto da contorno allo show dell’ex Liverpool, vero trascinatore blaugrana in questo finale di stagione. Nonostante un avvio di gara tutt’altro esaltante, con la prima frazione conclusa appena sull’1-0 e col Camp Nou che ha fatto sentire qualche fischio. Nella ripresa, invece, il Gijon è stato seppellito dalla valanga catalana e dalla deludente direzione di gara dell’arbitro Clos Gomez, che ha assegnato ben tre rigori al Barça nel giro di 11′: i primi due sono stati messi in rete da Suarez, il terzo da Neymar.

Il Real Madrid, però, non muore mai: non ha mollato quando aveva dieci punti in meno del Barça, non l’ha fatto nemmeno sabato dopo il doppio svantaggio contro il Rayo Vallecano e l’assenza di Cristiano Ronaldo. Embarba e Miku hanno scosso le merengues in avvio, poi la doppietta di Bale e il gol di Vazquez hanno reso ancora possibile la rincorsa dei blancos al titolo. In attesa della Champions League, con la formazione di Zidane che attende il Manchester City mentre l’Atletico dovrà vedersela col Bayern Monaco. Energie da spendere in Europa, ma senza mollare il capitolo campionato. Ci sono nubi, però, dalle parti del Calderon: Simeone è stato espulso all’intervallo e sarà squalificato. Il Barcellona, in virtù degli scontri diretti a favore, può intanto guardare tutti dall’alto verso il basso. Ma non può permettersi mezzo passo falso, in quanto le due squadre madrilene lotteranno fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata di questo avvincente torneo.

Anche la zona valida per l’Europa League, si infiamma: il Siviglia torna alla vittoria in occasione del derby contro il Betis, il Bilbao si fa fermare sul pari dal fanalino di coda Levante. Il Celta giocherà invece stasera, mentre il Valencia dice definitivamente addio all’Europa: i taronges, dopo una stagione disgraziata, non giocheranno le coppe nella prossima annata.

La classifica: Barcellona, Atl. Madrid 82; Real Madrid 81; Villarreal 61; Athletic Bilbao 55; Celta* 54; Siviglia 52; Valencia 44; Las Palmas 43; Malaga, Eibar, Real Sociedad 42; Betis 41; Deportivo 39; Espanyol 37; Rayo 35; Granada* 33; Gijon, Getafe 32; Levante 29.
*Celta e Granada in campo stasera.