© foto di Federico De Luca

Dopo la sconfitta casalinga con il Frosinone, il DS dell’Hellas Verona Riccardo Bigon ha parlato ai microfoni del sito ufficiale degli scaligeri: “La delusione è tanta, la partita è stata un po’ lo specchio della nostra stagione. Hanno segnato al primo tiro in porta, la squadra ha subito la situazione e c’è grande rammarico. Il Club è forte e solido, ha la forza per ripartire. Il Presidente tirerà le somme e ognuno di noi dovrà assumersi le sue responsabilità. Verona farà la sua stagione il prossimo anno, sperando di portare l’Hellas nel calcio che conta. La mia partenza? Ora c’è tanto rammarico, tutti ci assumiamo le nostre responsabilità e parlarne adesso non ha senso. Le ultime partite sono stati gli ultimi passi di un percorso difficile, nei primi due mesi abbiamo avuto 40 infortuni, si tratta di una difficoltà iniziale dalle quali non siamo usciti. Le colpe sono le nostre in una stagione che non ha brillato per momenti positivi. Abbiamo la coscienza pulita per come e quanto si è lavorato, la retrocessione segnerà solo un passo di questa gloriosa società che ha tutto per ripartire. Ora cerchiamo di metabolizzare la delusione, su quello che sarà il futuro è giusto tirare le somme fra qualche settimana con un po’ più di lucidità. Abbiamo buttato in campo tutto quello che abbiamo. Il loro gol è venuto al primo tiro, un episodio che ci ha condannato come spesso è accaduto quest’anno. La situazione psicologica della squadra è davvero difficile. Siamo delusi da una stagione che non ci aspettavamo. Avevamo il dovere di rialzarci, purtroppo non ce l’abbiamo fatta”