© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Ospite di Telenord, il Presidente del Genoa Enrico Preziosi ha parlato della stagione rossoblù e anche del mercato futuro dei liguri, come riportato da pianetagenoa1893.net: “Dobbiamo imparare a goderci le cose che ci siamo guadagnati. Ci sono sempre problemi a ogni fine stagione, dal mister alla tifoseria. Ragiono in funzione alle esigenze della società e negli ultimi anni era obbligatorio guardare il bilancio: in questi anni mi sarebbe piaciuto correre sotto la Nord per gridare d’aver riportato El Shaarawy oppure per aver comprato un nuovo Thiago Motta, sono calciatori che fanno godere, ma non posso.

Sogliano? È taciturno di natura, di sicuro non gliel’ho impedito io, questo non l’ho mai fatto con nessuno. Avrà scelto un momento diverso per farlo. Ansaldi percepisce due milioni netti a stagione: con questo stipendio noi non possiamo riscattarlo, se penserà a una decurtazione proveremo a riscattarlo volentieri. Suso? Ha voluto il Genoa solo sei mesi, io ne volevo diciotto e sono disponibile a trattare con Galliani un riscatto anche a dieci milioni di euro. Stessa cosa per Niang, sono calciatori che hanno una testa propria e noi stiamo lavorando anche per non farci trovare impreparati.

Perin? Come ha fatto Marco Rossi, lui mi ha detto che non vuole andare via e difatti ho rifiutato parecchie offerte. Fino a quando vorrà stare al Genoa, lui starà qui. Non dimenticate che se un calciatore va via è perché vuole andare via”.