© foto di Federico De Luca

La vittoria ottenuta contro il Sassuolo ha riportato il sereno in casa Fiorentina, almeno fino a mercoledì prossimo, quando i viola torneranno in campo alla Dacia Arena contro l’Udinese e dovranno cercare di dare continuità al risultato ottenuto contro i neroverdi. Alcuni segnali di ripresa, dopo i sei turni senza vittorie in campionato, si sono visti, a cominciare dal gioco, che almeno per mezz’ora è tornato a essere quello dei momenti migliori. La squadra di Paulo Sousa ha ripreso il cammino, e adesso cercherà di superare l’Inter, per tornare al quarto posto e non dover aspettare la finale di Coppa Italia per programmare la prossima stagione. Già, perché se il Milan dovesse battere la Juventus all’Olimpico il quinto posto varrebbe sì l’accesso all’Europa, ma passando dai playoff e questo vorrebbe dire per i giocatori interrompere le vacanze con almeno due settimane di anticipo. Ecco perché le ultime cinque giornate di Serie A saranno fondamentali, a partire da questa settimana, quando i viola saranno impegnati prima contro l’Udinese e successivamente contro la Juventus al Franchi. Sette giorni di fuoco, che potrebbero permettere alla Fiorentina di tornare a gioire dopo alcune settimane di polemiche, con Paulo Sousa che non ha ancora comunicato la volontà di restare a Firenze, con Pradè, Rogg e Angeloni che non sono stati confermati, e potrebbero essere favoriti da due vittorie in questa settimana, perché a Firenze la partita contro la Juventus vale più delle altre e un successo potrebbe allontanare le nubi che continuano a essere sopra la testa della dirigenza gigliata.