ESCLUSIVA TMW - Pres. Cesena: "Drago penso rimanga. Playoff? Temo il Trapani"

Un finale di stagione ancora da vivere in piena corsa per i playoff e un futuro da programmare. Il Cesena si prepara, dunque, a vivere un’estate da protagonista a metà fra campo e mercato. Giorgio Lugaresi, presidente del club romagnolo, ha parlato dei temi bianconeri ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com

Presidente, sette giornate al termine della stagione regolare e la sua squadra è in piena corsa per i playoff.
“Quello attuale si sta dimostrando un campionato avvincente, a riprova che le scelte fatte in lega per i playoff sono state giuste. Tutto è ancora in ballo, i tifosi si divertono e il finale è tutt’altro che scontato”.

Come vede i suoi ragazzi?
“Abbiamo fatto un campionato sempre in zona playoff. Siamo tuttora in ballo e vogliamo continuare ad esserlo nonostante la stagione si stata costellata di molti infortuni. Speriamo solo di essere a pieno organico per le gare decisive”.

Due pareggi contro Bari e Vicenza e un match a Pescara in programma. L’Adriatico, dice la tradizione, poi non è mai stato un vostro grande amico.
“Personalmente, invece, ho un bel ricordo di Pescara perché su quel campo iniziarono gli spareggi che ci portarono fino alla promozione in Serie A. Sulle ultime due gare, invece, dico che quello contro il Bari è stato un punto davvero importante per la nostra classifica”.

Ad oggi sono in corsa per i playoff otto formazioni per i sei posti a disposizione. Quale rivale del suo Cesena le ha “rubato l’occhio”?
“Il Trapani. La formazione di Cosmi mi è sembrata una squadra solida e anche al ‘Manuzzi’ mi fecerò un’ottima impressione. Si sono sbloccati mentalmente e ha recuperato posizioni”.

Chiudiamo con un pensiero sul futuro. Su Drago e Foschi si sono dette molte cose, ma qual è la sua posizione?
“Quando abbiamo preso Drago era perché avevamo intenzione di sposare un progetto pluriennale, per dare alla squadra una svolta tecnica. Per quanto visto finora siamo tutti molto soddisfatti, compresi i tifosi che in casa hanno visto sempre la squadra al meglio. Sul piano contrattuale poi, con il mister c’è un accordo per un rinnovo automatico in caso di raggiungimento dei playoff. Nel calcio, però, si sa che anche i contratti lasciano il tempo che trovano”.

La sua sensazione è che il matrimonio possa andare avanti?
“Col mister ci troviamo bene e lui altrettanto nella nostra realtà. Non ho la sensazione che possa andar via”.

E per quanto riguarda Rino Foschi?
“Nel suo ufficio in sede la scrivania è coperta di foglio con i nomi, ruolo per ruolo, che sta seguendo per la prossima stagione. Questo dunque mi fa pensare che continui con noi, ma non mi chieda chi sono i giocatori che sta visionando. Mi fa leggere sempre i fogli al contrario per non farmi capire di stiamo parlando… (ride, ndr)”.