© foto di Federico De Luca

La Fiorentina è in piena crisi, la sconfitta contro l’Udinese ha fatto dimenticare in fretta il successo contro il Sassuolo di domenica scorsa e come se non bastasse domenica al Franchi arriverà la Juventus, una delle squadre più in forma del campionato. Per parlare del momento viola la redazione di TuttoMercatoWeb.com ha contattato l’ex tecnico gigliato Emiliano Mondonico che ha esordito analizzando quelli che potrebbero essere i problemi maggiori di queste ultime settimane: “Non ci si diverte più. Giocare a calcio è difficile, bisogna faticare e concentrarsi. In campo si deve sudare la maglia, è determinante. Non sono d’accordo con chi dice che in campo ci deve essere solo il divertimento, non esiste un lavoro senza fatica, altrimenti non si ottengono i risultati”.

Cosa pensa dell’operato di Paulo Sousa?
“Ha stupito al suo primo anno nel calcio italiano. Penso sia stata un’annata dove ha appreso molto. Credo che il prossimo anno farà meglio, perché è chiaro che saprà come comportarsi e conoscerà meglio le avversarie”.

Quindi pensa che la Fiorentina lo confermerà?
“Se ci sono attriti tra società e allenatore non posso saperlo. Da come vedo il calcio e da tifoso della Fiorentina penso che Sousa abbia dato molto e imparato tanto e per questo il prossimo anno la parola vittoria la farebbe da padrona, con la Fiorentina che per questo dovrebbe continuare con il portoghese”.