© foto di Antonio Abbate/TuttoLegaPro.com

L’Inter batte il Napoli per 2-0 a San Siro, grazie ai gol di Mauro Icardi e Marcelo Brozovic. A commentare la sfida serale, al microfono di Tuttomercatoweb.com, ci ha pensato il doppio ex Benito Carbone: “Nel primo tempo non ho visto male il Napoli, ha fatto il solito gioco di gran possesso e fraseggio. Sembrava la classica squadra bella e compatta, ma stasera bisogna dare meriti all’Inter. E’ entrata in campo cattiva, sicura di sè. E’ stato bravo Mancini a partire col 4-4-2 con Brozovic a destra. I nerazzurri hanno grandi meriti, hanno voluto vincere. La squadra di Mancini è stata molto più cattiva del Napoli, meglio messa in campo. Nella ripresa gli azzurri hanno fatto fatica a tirare in porta, vuol dire che qualcosa non va”.

Ti ha deluso il Napoli? “C’è stato un calo fisico nella ripresa, ma lo vedo già da qualche gara. Il Napoli non è nella condizione fisica e mentale degli ultimi mesi, ma gran parte del merito va all’Inter. Bisogna dare merito all’avversario che, in fase di non possesso, ha fatto davvero bene. I nerazzurri non giocano un calcio bello e propositivo come quello degli azzurri, ma questo è un dato di fatto da inizio stagione. Il Napoli ha fatto bene nella prima frazione, ma non ha finalizzato. Non c’è nemmeno Higuain, che finalizzava tutto il gioco azzurro. Il Pipita ha fatto la differenza in passato, adesso la sua assenza si sente tantissimo”.

Come vedi Napoli e Inter per i rispettivi obiettivi? “Il calo degli azzurri, percepito nelle ultime settimane, mi fa dire che Sarri dovrà giocarsela davvero fino alla fine con la Roma. I giallorossi spingeranno ancora di più, perché sa che il Napoli sta mollando e non vuole perdere questa occasione. Anche in vista dello scontro diretto, vuole provare a compiere il sorpasso. L’Inter, invece, la vedo lontana dalla zona Champions. Ha poche chance, ma il quarto posto è comunque un buon piazzamento”.